CNI > News > Due nuovi siti italiani nel patrimonio mondiale dell'UNESCO
Due nuovi siti italiani nel patrimonio mondiale dell'UNESCO
Giovedì 14 Luglio 2011 17:28

Due nuovi siti italiani entrano a far parte della prestigiosa Lista del Patrimonio Mondiale
dell’UNESCO.

Il primo, dal nome “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” raccoglie le più importanti testimonianze monumentali Longobarde esistenti sul territorio italiano: sette centri di potere e di culto che si snodano lungo l'intera penisola e raccontano oltre due secoli di storia, di arte, di cultura.

Il secondo sito riconosciuto dall’UNESCO è quello dei villaggi palafitticoli preistorici dell'arco alpino, che si estende sui territori di sei paesi (Svizzera, Austria, Francia, Germania, Italia e Slovenia), e comprende 19 aree archeologiche selezionate sul territorio italiano, databili fra il 5000 e il 500 a.C.

La decisione è stata presa lo scorso 29 giugno dal Comitato del Patrimonio Mondiale, che ha iscritto 25 nuovi tesori nella celebre World Heritage List. L'Italia, con 47 siti iscritti, consolida il proprio primato al vertice della classifica delle meraviglie dell’umanità.

 

Per saperne di più

Consulta la mappa dei siti italiani

Share
 
Archivi
In Primo Piano
Settimana ESS 2014
L'anno internazionale della Chimica
Evento benefico di raccolta fondi
Your ad here