COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE

Conferire potere ai popoli garantendo la libera circolazione delle idee, l’accesso all’informazione e alla conoscenza.
 

Il Settore Comunicazione e Informazione (CI) è stato fondato nel 1990. I suoi programmi si fondano sulla Costituzione dell’UNESCO la quale afferma che l’Organizzazione ha il dovere di promuovere la “libera circolazione delle idee attraverso la parola e l’immagine.” Oltre al personale attivo presso la sede dell’UNESCO di Parigi, il settore CI è presente nei 27 uffici regionali dell’UNESCO.

 

 

Il Direttore del Settore Comunicazione e Informazione è Frank La Rue (Guatemala), Vice Direttore generale per la Comunicazione e l’Informazione.
Il settore è composto da:

 

  • Divisione sviluppo della comunicazione
  • Divisione libertà di espressione, democrazia e pace
  • Divisione società dell’informazione

 

 

Inoltre esso svolge la funzione di Segretariato di due programmi intergovernativi: il Programma Internazionale per lo Sviluppo della Comunicazione (IPDC) e il Programma Informazione per Tutti (IFAP).

Il programma del Settore CI si pone tre obiettivi strategici:

 

  • promuovere la libera circolazione delle idee e l’accesso universale all’informazione
  • promuovere l’espressione del pluralismo e della diversità culturale nei mezzi di comunicazione e nelle reti mondiali di informazione
  • garantire l’accesso universale alle tecnologie ICT.

 

 

Oltre al programma regolare, il Settore attua numerosi progetti su scala interregionale, regionale e nazionale con fondi fuori bilancio in Africa, negli Stati Arabi, in Asia, nell’area del Pacifico, in America Latina e nei Caraibi. Il Settore collabora con le agenzie delle Nazioni Unite, con agenzie per lo sviluppo bilaterale, agenzie non governamentali internazionali e regionali.