CILENTO, VALLO DI DIANO E ALBURNI

Il Geoparco Cilento, Vallo di Diano e Alburni si trova in provincia di Salerno, in Campania, e copre l’intero territorio dell’omonimo Parco Nazionale, dalla costa tirrenica fino alle montagne lucane.

L’area appartiene alla catena degli Appennini meridionali, nata a seguito dell’interazione tra la placca europea e quella africana ed è caratterizzata da rocce sedimentarie, sia carbonatiche che clastiche, e da unità litostratigrafiche a forma di falda raggruppate in unità sia interne che esterne, secondo la posizione originale prima della deformazione tettonica. Le dolomiti e i depositi marittimi del Mesozoico e le torbiditi del Miocene rappresentano la chiave per comprendere l’evoluzione del Mediterraneo centrale.

Nel territorio il patrimonio geologico è strettamente collegato alla natura e al patrimonio culturale, basti ricordare che il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano con il sito archeologico di Paestum e Velia e la Certosa di Padula è stato riconosciuto come Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e che la Dieta Mediterranea, profondamente legata alla zona, è stata inserita nella lista dei beni del Patrimonio Immateriale.

Il Geoparco attribuisce una fondamentale importanza all’educazione ambientale e all’insegnamento del valore del territorio e a tale fine attua vari programmi educativi relativi a biodiversità, geodiversità, paesaggio. Sviluppo sostenibile, educazione alimentare, sport&natura.

 

Per maggiori informazioni sul Geoparco è possibile consultare il sito dell'UNESCO