“UNESCO REPORT: MUSEUMS AROUND THE WORLD IN THE FACE OF COVID-19”
“UNESCO report: museums around the world in the face of COVID-19”


 

L’UNESCO ha pubblicato un rapporto nell'aprile 2021 sulla situazione di oltre centomila musei in tutto il mondo a fronte della pandemia di COVID-19.

Dallo studio emerge che nel 2020 i musei sono stati chiusi in media 155 giorni ed hanno registrato in media un calo del 70% di presenze e del 40-60% di entrate rispetto all’anno precedente, oltre ad affrontare una forte diminuzione dei finanziamenti pubblici.

Le chiusure prolungate e il calo drastico delle presenze e delle entrate rende più difficoltoso conservare le collezioni, provvedere alla loro sicurezza, alimentare rapporti con le comunità locali. Tutto questo evidenzia le funzioni economiche e sociali dei musei e il loro potenziale contributo alla ripresa dalla pandemia. L’UNESCO ritiene urgente realizzare una politica su larga scala per la digitalizzazione delle collezioni e adottare misure per sostenere l’educazione, la formazione e la ricerca.

L’UNESCO è impegnata nell’accompagnare gli Stati Membri in questa trasformazione e fornirà un quadro di riferimento oltre a promuovere la cooperazione internazionale.

Come ricordato da Audrey Azoulay, Direttore Generale dell’UNESCO, “Lo spazio che riserviamo ai musei nelle politiche di ripresa dalla pandemia ci dice molto sui valori sociali che vogliamo sostenere. In mezzo alla crisi non dobbiamo perdere di vista l’importanza fondamentale di assicurare l’accesso alla cultura e di conservare il nostro patrimonio condiviso in tutta la sua diversità. Gli Stati Membri hanno un ruolo essenziale da giocare per sostenere i musei in questo periodo difficile, attraverso una politica culturale ambiziosa, non solo per garantire la loro sopravvivenza ma per prepararli per il futuro

Il rapporto dell'UNESCO 2021 segue il primo rapporto mondiale del maggio 2020 e fa parte del lavoro costante dell’UNESCO per preservare, promuovere e sostenere i musei, seguendo la Raccomandazione sui Musei del 2015, in linea con le recenti riflessioni sul futuro dei musei e secondo le indicazioni del Forum di Alto livello per i Musei, la cui seconda edizione è prevista nel settembre 2021.