“LA LOTTA AL TRAFFICO ILLECITO DI BENI CULTURALI: PER UN DIALOGO GLOBALE RAFFORZATO”: LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’UNESCO, IN COLLABORAZIONE CON L’UNIONE EUROPEA, SI TERRÀ ONLINE IL 14 SETTEMBRE
“La lotta al traffico illecito di beni culturali: per un dialogo globale rafforzato”: la Conferenza Internazionale dell’UNESCO, in collaborazione con l’Unione Europea, si terrà online il 14 settembre

 

 

 

Si svolgerà da remoto, e in collaborazione con l’Unione Europea, la Conferenza Internazionale dell’UNESCO sulla “Lotta al traffico illecito di beni culturali: per un dialogo globale rafforzato”.

 

Il meeting avrà luogo nel quadro del Cinquantesimo Anniversario della Convenzione UNESCO del 1970 concernente le misure da adottare per interdire e impedire l'illecita importazione, esportazione e trasferimento di proprietà di beni culturali.

 

In questi ultimi anni, la proporzione del traffico illecito di beni culturali ha raggiunto livelli elevati, specialmente nelle aree colpite da conflitti armati e da disastri naturali. La pandemia da COVID-19 ha inoltre generato nuove sfide nella prevenzione e nella sorveglianza, poiché in un periodo di crisi sanitaria grave come questo le risorse per la protezione e il controllo sono scarse e i siti archeologici vengono saccheggiati su larga scala.

 

E’ perciò indispensabile, in un contesto simile, rafforzare la cooperazione di tutti gli attori, siano essi istituzionali, internazionali, regionali e nazionali, organizzazioni governative e non governative, mercanti d’arte, piattaforme online e collezionisti d’arte. Saranno questi infatti i partecipanti alla Conferenza che, in quattro differenti sezioni, si focalizzerà sull’esame delle priorità regionali e internazionali nella lotta al traffico illecito dei beni culturali, sullo scambio di good practices e sul definire un’agenda comune delle priorità di una cooperazione internazionale rafforzata. Nell’ultima parte, infine, saranno presentati alcuni progetti operativi già partiti o che partiranno a breve. Alla Conferenza è stato invitato il Generale Roberto Riccardi, Comandante del Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale.

 

Lo scopo principale della Conferenza è dunque fornire uno spazio per il dialogo e la riflessione costruttiva, in modo da favorire iniziative concrete per il futuro e rafforzare la responsabilità etica di tutti gli attori.

 

 

Immagine: Ministero della Cultura

 

“Notturno con briganti e cavalli intorno a un fuoco” di Leonaert Bremer, dipinto rubato nel 2006 e poi ritrovato e restituito al legittimo proprietario dai Carabinieri del Nucleo di Tutela del Patrimonio Culturale di Udine nel 2020.