ASSEGNATI I PREMI UNESCO LEARNING CITIES 2021. RICONOSCIUTO L’IMPEGNO DI 10 CITTÀ NELL’EDUCAZIONE PERMANENTE
Assegnati i Premi UNESCO Learning Cities 2021. Riconosciuto l’impegno di 10 città nell’educazione permanente

 

 

Dieci città che hanno dimostrato eccezionali risultati nell’implementazione della strategia delle Learning Cities (LC) hanno ricevuto il Premio UNESCO Learning Cities 2021 mercoledì 27 ottobre 2021, nel primo giorno della 5^ Conferenza Internazionale delle LC a Yeonsu (Repubblica di Corea).

 

Che si tratti di megalopoli o di piccole aree urbane, tutte le premiate hanno dimostrato come buone opportunità di apprendimento contribuiscono a migliorare la vita dei cittadini di ogni età, quando le giuste politiche e programmi mirati sono resi fruibili.

 

Le città premiate sono le LC di Al Wakra (Qatar), Belfast (Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord), Clermont-Ferrand (Francia), Damietta (Egitto), Dublino (Irlanda), Huejotzingo, (Messico), Jubail Industrial City (Arabia Saudita), Osan (Repubblica di Corea), Shanghai (Repubblica Popolare Cinese), e Wyndham (Australia), selezionate dall’Istituto per l’Educazione Permanente dell’UNESCO (UIL), diretto da David Atchoarena, seguendo la raccomandazione di una giuria indipendente, composta da esperti internazionali.

 

“Con più della metà della popolazione mondiale vivente in aree urbane, le città hanno un ruolo centrale da giocare nel fornire opportunità di apprendimento. Le premiate di quest’anno permettono ai propri cittadini di adattarsi a un mondo in rapido cambiamento e ad acquisire le conoscenze necessarie per agire insieme e risolvere sfide globali. Attraverso l’educazione permanente favoriscono il passaggio a società più giuste e sostenibili, a un futuro migliore per tutti noi”, ha sottolineato Atchoarena prima della cerimonia di consegna dei premi.

 

Immagine: Songdo Convensia Central, Yeonsu (UNESCO)

 

29 ottobre 2021