RETE DELLE MARATONE UNESCO. ROMA, 6 APRILE 2018.

 

Già nel 2017 la Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO aveva concesso il proprio patrocinio ad alcune maratone che si corrono nei siti italiani del Patrimonio Mondiale. Quest'anno l'iniziativa si è strutturata ed è diventata un network ideale finalizzato a valorizzare ulteriormente il nostro patrimonio dei centri storici e mettere in risalto la loro fruibilità anche a livello sportivo. Si tratta di un modo per sottolineare i legami tra sport, arte e cultura, tre elementi che contribuiscono ad una vita sana e di qualità e alla diffusione di un'idea di turismo sostenibile, basato su ritmi di fruizione più in sintonia con il corpo e la mente.

Le città che fanno parte della Rete sono Roma, Firernze, Venezia, Verona, Ferrara, Palermo e le tre città della UNESCO Cities marathon (Aquileia, Palmanova e Cividale del Friuli).

La Rete è stata presentata dal Segretario Generale della CNIU, Enrico Vicenti, in occasione della conferenza stampa per la Maratona di Roma e nella "Giornata Internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace".