"IL LITTERING - LINEE GUIDA PER CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE AMBIENTALE. PERCHÉ SI BUTTANO I RIFIUTI A TERRA? ". ROMA CONVENTION CENTER "LA NUVOLA", 22 MAGGIO 2018.

 

 

La Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO fa parte del Comitato promotore della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti-SERR, un’iniziativa volta a promuovere la realizzazione di azioni di sensibilizzazione sulla riduzione dei rifiuti nel corso di una sola settimana che rappresenta una elaborata campagna di comunicazione ambientale per diffondere, tra i cittadini, una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurlidrasticamente.

Oggi, nell'ambito del Forum PA in corso a Roma, si è tenuto un interessante seminario sul littering, ossia sull'abbandono di rifiuti in terra, in particolare dei piccoli rifiuti quali mozziconi di sigarette, scontrini fiscali, chewing-gum, carta di caramelle e così via. 
Il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare già l'anno scorso ha emanato il Decreto 15 febbraio 2017 "Disposizioni in materia di rifiuti di prodotti da fumo e di rifiuti di piccolissime dimensioni" che disciplina la destinazione e l'impiego dei proventi derivanti dalle sanzioni amministrative pecuniarie irrogate in caso di abbandono di tali piccoli rifiuti, prevedendo che il 50% degli introiti sia destinato all'attuazione di campagne di informazione su scala nazionale e il rimanente 50% alla installazione nelle strade, nelle piazze, nelle aree a verde, nei parchi nonché nei luoghi di alta aggregazione sociale di appositi raccoglitori per la raccolta dei rifiuti. Alle campagne di sensibilizzazione su scala nazionale partecipano i produttori di prodotti da fumo.

L'Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale-AICA ha realizzato le Linee Guida sul littering con l'obiettivo di individuare le modalità migliori per sensibilizzare le persone sull'abbandono dei rifiuti e proporre delle buone pratiche. Il documento può essere scaricato al seguente link 

Vi invitiamo tutti a leggere il documento, molto sintetico, perché la sua conoscenza e diffusione può contribuire a renderci più consapevoli di comportamenti errati che, spesso, assumiamo senza neanche rendercene conto.