“LETTURE SULLA TERRA”, TORINO, 31 MAGGIO 2018

 

Nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile e delle Settimane della Scienza, il PAV Parco Arte Vivente di Torino e la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco organizzano domani, 31 maggio, “Letture sulla terra”, un ciclo di reading di testi dedicati al pianeta.

La maggior parte di noi pensa che la Terra sia un magazzino inesauribile di risorse naturali da utilizzare a nostro piacimento. Questa idea del dominio dell’uomo sulla natura è molto antica, ma non è giustificata se teniamo conto del fatto che l’evoluzione e l’affermazione degli uomini sulla terra sono state rese possibili dal clima stabile, dall’abbondanza di acqua dolce, dallo strato protettivo dell’ozono e dall’abbondante biodiversità dell’Olocene, l’epoca geologica più recente, circa gli ultimi 10.000 anni. 
Oggi sappiamo che l’uomo è profondamente intrecciato alla natura e se vuole provvedere al proprio futuro deve necessariamente riconoscere e rispettare il valore intrinseco di tutto il mondo vivente, prendendosi cura di sé stesso attuando la cura dell’ecosistema. 
Per diffondere questa consapevolezza tra i cittadini di oggi e di domani, i bambini e i ragazzi, ci sembra molto utile proporre l’eco-letteratura, perché i testi narrativi dedicati alla natura con le giuste parole sanno suscitare l’empatia dei giovani e li rendono sensibili e partecipi verso i problemi ambientali e climatici. 
Sono molti i testi che rientrano in questo genere letterario, ma se possiamo suggerirvene uno, sicuramente “Marcovaldo” di Italo Calvino.