“HUMAN RIGHTS: BACK TO THE FUTURE”

 

Il 10 dicembre si è celebrato il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e l’UNESCO Courier ha deciso di fare un viaggio nel passato con l’obiettivo di orientarci meglio nel futuro, con il numero “Human Rights: Back to the Future”.
Nel 1946, quando il mondo era alle prese con le conseguenze della seconda guerra mondiale, la domanda era "quale tipo di dichiarazione morale potrebbe fare la comunità internazionale per esprimere adeguatamente lo sdegno collettivo e la speranza, per quanto utopistica, per un futuro migliore?” Per rispondere a questa domanda l’UNESCO, in occasione della sua prima Conferenza Generale, lanciò l'idea di fare un’indagine sulle origini e le basi filosofiche dei diritti dell’uomo. Per questo progetto, concretamente avviato nell’anno successivo, l'UNESCO riunì le principali figure intellettuali del periodo postbellico con l’obiettivo di fornire un contributo importante alla riflessione sui diritti umani a quell’epoca. Le riflessioni degli intellettuali e studiosi, tra i quali anche Benedetto Croce e Jacques Maritain, risultano essere ancora oggi estremamente attuali.