'UNESCO WORLD FORUM ON “CULTURE AND FOOD: INNOVATIVE STRATEGIES FOR SUSTAINABLE DEVELOPMENT”. PARMA, 12 E 13 SETTEMBRE 2019

 

Il Vice Direttore Generale dell’UNESCO per la Cultura Ernesto Ottone ha partecipato all’apertura del Forum di Parma.

Nel suo discorso ha ricordato che l'UNESCO considera la cultura e il cibo come elementi intrinsechi all'identità culturale e all’evoluzione delle società e, in quanto tali, di grande importanza per il dialogo interculturale, l’inclusione sociale, l’educazione, la tutela dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile.

Parma, Città Creativa dell’UNESCO per la Gastronomia, rappresenta una testimonianza di come la cultura del cibo radicata in una lunga tradizione storico-culturale costituisca una forza per la crescita socio-economica, la sostenibilità ambientale e lo sviluppo urbano e rurale.

Ottone ha ricordato che oltre 2 miliardi di persone nel mondo ancora non hanno un accesso regolare ad un cibo sano e nutriente in quantità sufficiente, che un terzo del cibo prodotto nel mondo viene sprecato e che la plastica monouso spesso finisce nei mari. Per questo è necessario che i sistemi educativi promuovano lo sviluppo sostenibile attraverso la ricerca e l’innovazione e che la biodiversità agricola ed ecosistemi resilienti sostengano l’identità culturale.