QUARTA EDIZIONE DEL RAPPORTO ASVIS "L'ITALIA E GLI OBIETTIVI DI SVILUPPO SOSTENIBILE". ROMA, AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA , 4 OTTOBRE 2019

 

ll Rapporto dell'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile rappresenta uno strumento unico per analizzare l'avanzamento dell'Italia verso i 17 Obiettivi dell'Agenda 2030 delle Nazioni UNite.

L'evento di presentazione della quarta edizione del Rapporto si è svolto alla presenza del Presidente della Repubblica. Hanno partecipato il Presidente della Camera Roberto Fico, il Ministro dell'Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri, il Commissario europeo agli Affari Econiomici Paolo Gentiloni (in videocollegamento), oltre a Pierluigi Stefanini ed Enrico Giovannini, rispettivamente Presidente e Portavoce dell'ASviS.
 

Il Rapporto Asvis segnala, nel nostro paese, miglioramenti in nove aree: salute, uguaglianza di genere, condizione economica e occupazionale, innovazione, disuguaglianze, condizioni delle città, modelli sostenibili di produzione e consumo, qualità della governance e pace, giustizia e istituzioni solide e cooperazione internazionale. Siamo stabili, con situazione invariata in due aree - educazione e lotta al cambiamento climatico -, ma peggioriamo in sei: povertà, alimentazione e agricoltura sostenibili, acqua e strutture igienico-sanitarie, sistema energetico, condizione dei mari ed ecosistemi terrestri.

Moltissime le proposte di Asvis: dalla richiesta di inserire nella Costituzione il principio dello sviluppo sostenibile alla necessità di creare, a Palazzo Chigi, un Consiglio di alto livello per le politiche di genere che coinvolga la società civile e gli esperti del tema; dalla creazione di politiche per accelerare la transizione a uno sviluppo sostenibile sul fronte di clima, energia, povertà e disuguaglianze, alla promozione del consumo responsabile, riducendo gli sprechi nella filiera alimentare. L'ASviS ritiene indispensabile una task force trasversale e interministeriale per definire un piano nazionale per l’occupazione giovanile in tempi stretti e interventi volti a migliorare la transizione dalla scuola al mondo del lavoro, a potenziare la formazione professionalizzante e l'orientamento all'impiego e all'autoimpiego,con investimenti sulle politiche attive del lavoro e sui servizi a supporto dei nuovi nuclei familiari. Va poi potenziato il programma di supporto alle tecnologie emergenti 5G recentemente approvato dal Mise.


Il presidente della Camera Roberto Fico ha ricordato che l’attuale modello di sviluppo è del tutto insostenibile sul piano economico, sociale e ambientale e che gli obiettivi dell'Agenda 2030  potranno essere raggiunti se si realizzerà un mutamento radicale nelle scelte del sistema produttivo, dei consumatori e di tutti gli attori economici e sociali, spinto da un profondo salto culturale.. 

Il Commissario Gentiloni ha evidenziato che l’obiettivo della nuova Commissione europea è mettere in campo oltre 1.000 miliardi di investimenti in sostenibilità ambientale e integrare gli obiettivi sviluppo sostenibile nella procedura del semestre europeo di verifica degli impegni delle politiche di bilancio dei Paesi membri.