THE FUTURE OF SOUTH-EAST EUROPE AND THE MEDITERRANEAN IN THE CONTEXT OF CLIMATE CHANGE: A UNESCO PERSPECTIVE. VENEZIA, PALAZZO ZORZI, 6-8 NOVEMBRE 2019

 

La mitigazione degli effetti del cambiamento climatico e l'adattamento alle sue conseguenze richiede un impegno corale di istituzioni e cittadini per il perseguimento degli obiettivi dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile. Le iniziative dell'UNESCO rappresentano un valido strumento per adottare misure concrete, sensibilizzare e educare il pubblico. Soprattutto se promosse in maniera integrata, riserve della biosfera, geoparchi, Patrimonio naturale e culturale, materiale e immateriale possono contribuire a superare la dicotomia natura-cultura per comprendere meglio il ruolo degli esseri umani sul pianeta, un obiettivo educativo fondamentale se è necessario cambiare almeno in parte il nostro stile di vita. È quanto sostenuto dal Segretario Generale della Commissione Nazionale in occasione della sua partecipazione a Venezia all'incontro sui cambiamenti climatici nel Mediterraneo organizzato dall'Ufficio Regionale dell'Unesco per la scienza e la cultura.

All'incontro hanno partecipato scienziati, università e istituti di ricerca, gestori di siti, specialisti dell’educazione, autorità locali e giovani per i cambiamenti climatici.