“MOBILITÀ LENTA: MISURARE LA QUALITÀ DELL’ESPERIENZA”. SEMINARIO ANNUALE DELL’OSSERVATORIO E-SCAPES, POLITECNICO DI MILANO, 22 NOVEMBRE 2019.

 

Nell’anno del turismo lento, il Convegno dell’Osservatorio E-Scapes intende affrontare  alcune questioni particolari e ancora poco sviluppate, in particolare la possibilità di tenere insieme, in un percorso di mobilità lenta, gli elementi estetici del paesaggio (siti naturali, storico-culturali, artistici) ed elementi funzionali (servizi, infrastrutture), in modo da garantire un’esperienza unica e completa e la  misurazione della qualità spaziale di un percorso, così come viene percepita durante un’esperienza di viaggio.
Si presentano per questo due casi di studio: nel territorio tra Puglia e Basilicata, dove è stato sviluppato un itinerario che connette 5 siti UNESCO, due Parchi Nazionali e importanti infrastrutture; lungo il Cammino dei Monaci, tra Milano e Corte Sant’Andrea, dove è stata sperimentata una proposta metodologica per la definizione di un indice di qualità spaziale. Il lavoro di ricerca costituisce l’esito della ricerca Slow Foot sviluppata con il contributo della Fondazione CARIPLO e di Scenari Immobiliari. L’attività si integra nel progetto sulle Fragilità Territoriali del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Poltecnico di Milano.

All'incontro, patrocinato dalla Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO, partecipa il nostro Segretario Generale Enrico Vicenti.