ROLLI DAYS DIGITAL WEEK 16-23 MAGGIO 2020

 

La vertigine degli affreschi di Domenico Piola, gli stucchi di Palazzo Reale, i colori di Bernardo Strozzi sotto le bombe del Re Sole: i Palazzi dei Rolli e Le Strade Nuove di Genova custodiscono storie e capolavori del periodo di massimo splendore della Superba, quando il sistema creditizio cittadino finanziava le scoperte geografiche delle corone d'Europa e la rete dei commerci marittimi accumulava ricchezze nei forzieri della nobiltà cittadina.
I Palazzi dei Rolli, le residenze costruite dalle famiglie aristocratiche più ricche e potenti della Repubblica di Genova, rispecchiano i fasti di quello che fu definito "El siglo de los Genoveses" (il secolo dei Genovesi), il periodo compreso tra 1563 e 1640 che portò le dimore della Superba a competere con le più preziose regge del potere europeo per affreschi, prestigio e collezioni artistiche.
La particolarità di queste residenze risiede, oltre che nello splendore delle decorazioni artistiche e nella varietà di soluzioni architettoniche che offrono, nella giustificazione della loro realizzazione. Esse furono il frutto di un progetto di riqualificazione del cuore della città attraverso un regolamento pubblico in cui gli interessi privati si unirono a quelli della Repubblica di Genova, dando vita ad un modello originale che fu esempio per l’intera Europa: le famiglie nobili alle quali fu concesso di costruire i meravigliosi palazzi avevano l’onore e l’impegno di accogliere le visite di Stato e i viaggiatori illustri, come principi, ambasciatori, prelati, e di partecipare così con lo sfarzo della propria dimora al consolidamento dell’immagine e del ruolo diplomatico della città.
Sapete perché si chiamano “Palazzi dei Rolli”? Perché i “rolli” erano gli elenchi contenenti i nomi dei palazzi lungo le Strade Nuove candidati ad essere estratti a sorte in caso di arrivo a Genova di personalità illustri.
Le Strade Nuove e i Palazzi dei Rolli sono iscritte dal 2006 nella Lista del Patrimonio Mondiale per la straordinaria varietà di soluzioni urbanistiche e architettoniche, che rivelano la capacità di adattamento alle particolari caratteristiche del luogo e alle esigenze economiche e di rappresentanza di una classe sociale.

Ogni anno Genova apre le porte dei 42 Palazzi iscritti nella Lista del Patrimonio Mondiale. Quest'anno i Rolli Days si svolgeranno interamente online dal 16 al 23 maggio, attraverso una digital week che permetterà di scoprire segreti, tesori e curiosità delle dimore tutelate dall'UNESCO attraverso un ricco programma di visite virtuali in compagnia di giovani divulgatori scientifici. Tra le molte attività, la visita alla Sala del trono di Palazzo Reale e la possibilità di scoprire la cucina delle dimore nobiliari e i "Menù dei Rolli".

 

In attesa di iniziare la visita virtuale potete guardare questo bel video  https://www.youtube.com/watch?v=Nyb47n113w0