GIORNATA MONDIALE PER LA DIVERSITÀ CULTURALE, IL DIALOGO E LO SVILUPPO. 21 MAGGIO 2020

 

La Giornata Mondiale per la diversità culturale, il dialogo e lo sviluppo, che si celebra il 21 maggio, è stata dichiarata nel 2002 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite a seguito dell'adozione della "Dichiarazione Universale della Diversità Culturale", nel riconoscimento della necessità di aumentare il potenziale della cultura come mezzo per raggiungere la prosperità, lo sviluppo sostenibile e la coesistenza pacifica globale.

Come richiamato nell'art. 1 della Dichiarazione, "La cultura assume forme diverse nel tempo e nello spazio. Questa diversità viene rappresentata nella unicità e nella pluralità delle identità dei gruppi e delle società che comppongono il genere umano. Come fonte di scambio, innovazione e creatività, la diversità culturale è necessaria per l'umanità quanto la biodiversità lo è per la natura. In questo senso è un patrimonio comune dell'umanità e deve essere riconosciuto ed affermato per il beneficio della generazione presente e di quelle future"

Nel suo discorso in occasione della Giornata Audrey Azoulay, Direttore Generale dell'UNESCO, ha voluto ricordare che "Sebbene il COVID-19 non sia riuscito a frenare il dialogo tra le culture, le conseguenze di lungo termine della crisi, soprattutto in termini economici, possono infliggere danni severi alla diversità, visto che i periodi di crisi favoriscono la concentrazione e la standardizzazione. Questa è la minaccia insidiosa che incombe."