BOZZA DI RACCOMANDAZIONE SULL'ETICA DELL'INTELLIGENZA ARTIFICIALE

 

L’intelligenza artificiale (IA) è quella disciplina dell’informatica che studia la progettazione di sistemi sia hardware che software in grado di fornire alle macchine, prestazioni tipicamente umane.

L’UNESCO adotta da sempre un approccio incentrato sull'uomo per promuovere il dialogo internazionale sugli aspetti universali dell'IA nelle aree relative all'istruzione, alle scienze, alla cultura, alla comunicazione e all'informazione, con particolare attenzione alla parità di genere, allo sviluppo sostenibile e ai cambiamenti sociali. La Direttrice Generale UNESCO Audrey Azoulay ha evidenziato la necessità di un approccio alla materia che tenga anche conto dei possibili rischi derivanti da un uso irresponsabile e poco etico dell’IA. Se da un lato, l’IA può essere una grande opportunità per accelerare il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile, dall’altro, occorre anticipare nuovi squilibri che qualsiasi rivoluzione tecnologica porta con sé. L’anno scorso è stato dunque avviato un processo negoziale per elaborare di una dichiarazione che possa fissare i principi etici dell’IA nel rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali la cui bozza è ora consultabile alla seguente pagina https://unesdoc.unesco.org/ark:/48223/pf0000373434/PDF/373434eng.pdf.multi.

Per ulteriori informazioni sul lavoro dell’UNESCO nel campo dell’intelligenza artificiale e per conoscere lo stato dell’arte in Italia, visita il nostro sito.