CONFERENZA INTERNAZIONALE "CULTIVATING THE CONTINUITY OF EUROPEAN LANDSCAPES NEW CHALLENGES, INNOVATIVE PERSPECTIVES". FIRENZE 16 E 17 OTTOBRE 2020

 

Il 20 ottobre ricorre il ventesimo anniversario della firma a Firenze della Convenzione Europea del Paesaggio, l’unico accordo internazionale ad esso interamente dedicato, di cui riconosce la diversità e la funzione identitaria. Nata nell’ambito del Consiglio d’Europa, la Convenzione si focalizza sulla protezione, gestione e pianificazione del paesaggio europeo e si affianca alla Convenzione Unesco del 1972 sul Patrimonio Mondiale. Ad oggi è stata oggi ratificata da ben 40 stati che, nell’ambito della Convenzione del Patrimonio Mondiale, hanno iscritto 400 beni di cui 49 paesaggi culturali (Per l’Italia i paesaggi culturali sono 8 su un totale di 55 iscrizioni).

La Commissione Nazionale ha celebrato la ricorrenza patrocinando e partecipando al Convegno internazionale dedicato al paesaggio europeo organizzato a Firenze da Uniscape, la rete delle 56 Università europee che si dedicano allo studio del paesaggio del “vecchio continente”. 

Nel suo intervento il nostro Segretario Generale ha evidenziato che protezione e gestione del paesaggio europeo rappresentano elementi chiave per contribuire alla sostenibilità cosi come declinata nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile.

Dal dissesto idrogeologico al consumo di territorio, dalla desertificazione crescente all’inquinamento e al riscaldamento globale, dalla disneyficazione dei centri storici all’overtourism, vecchie e nuove sfide richiedono infatti risposte immediate alle quali il paesaggio, con le sue dimensioni estetica ed etica puo sicuramente contribuire.