INIZIO DEL "DECENNIO DELLE SCIENZE DEL MARE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE"
Inizio del "Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile"

 

 

La salute umana, la sicurezza alimentare, i cambiamenti climatici sono indissolubilmente legati all’oceano e alla sua salute, perché l’oceano regola la temperatura terrestre rendendo possibile agli umani la vita sulla Terra e fornisce loro cibo ed energia, oltre ad ospitare una eccezionale biodiversità di specie animali, vegetali ed interi ecosistemi. Per gli uomini l’oceano costituisce anche una notevole fonte di occupazione e di attività commerciali che, purtroppo, conducono allo sfruttamento delle risorse, all’inquinamento e alla perdita di habitat naturali.

Per proteggere l’oceano e tutelare il nostro futuro le Nazioni Unite con la risoluzione 72/73 del 2017 hanno dichiarato il 2021 – 2030 il Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile: dieci anni per mobilitare la comunità scientifica, i governi, il settore privato e la società civile intorno a un programma comune di ricerca e di innovazione tecnologica per un oceano pulito, sano, sicuro e sostenibile.

Ciascuno di noi, in ogni angolo del mondo, è chiamato ad impegnarsi in questa lotta contro il tempo per salvare l’oceano e l’UNESCO lavora in primo piano per aiutarci a comprenderne l’importanza. La Commissione Nazionale intende fare la sua parte e per questo ha iniziato con l’adesione al “Manifesto del Decennio del Mare: verso l’Oceano di cui abbiamo bisogno per il Futuro che vogliamo”, al quale tutti possono aderire.

Per maggiori informazioni consultate il nostro sito CNI UNESCO

 

 

“Foto della Riserva MAB di Miramare di Fabio Pappalettera”