ANTICHE FAGGETE PRIMORDIALI DEI CARPAZI E DI ALTRE REGIONI D'EUROPA (BENE TRANSNAZIONALE, PER L'ITALIA PARCO NAZIONALE LAZIO, ABRUZZO E MOLISE, SASSO FRATINO, MONTE RASCHIO, FORESTA UMBRA, COZZO FERRIERO, MONTE CIMINO)

Il sito seriale transnazionale è composto da 77 parti in 12 paesi europei: Albania, Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Germania, Italia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Ucraina.

Complessivamente il sito rappresenta uno straordinario esempio di foreste non disturbate dall’antropizzazione che si sono sviluppate dopo la fine dell’ultima era glaciale, partendo da poche aree isolate nelle Alpi, Carpazi e Pirenei, in un periodo di poche centinaia di anni con un processo che è ancora in corso. L’espansione in un intero continente è stata resa possibile grazie alla adattabilità del faggio e alla sua tolleranza delle diverse condizioni climatiche, geografiche e fisiche.

Queste faggete vetuste sono indispensabili per comprendere la storia e l’evoluzione del faggio, che si è diffuso in tutte le altitudini, dalle zone costiere alle montagne, partendo dalle originarie aree glaciali dell’Europa sud orientale ed espandendosi verso l’Europa nord occidentale.

 

Le faggete italiane inserite nel sito transnazionale si trovano nelle seguenti località:

  • Valle Cervara, Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise
  • Selva Moricento, Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise
  • Coppo del Morto, Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise
  • Coppo del Principe, Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise
  • Val Fondillo, Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise
  • Cozzo Ferriero, Parco Nazionale del Pollino (Potenza)
  • Foresta Umbra, Parco Nazionale del Gargano
  • Monte Cimino (Viterbo)
  • Monte Raschio (Oriolo Romano, Viterbo)
  • Sasso Fratino, Parco nazionale delle Foreste Casentinesi

 

Per approfondimenti si consiglia di visitare il sito ufficiale del Centro del Patrimonio Mondiale UNESCO responsabile dell'iscrizione dei siti del Patrimonio Mondiale.

Per approfondimenti di carattere storico ed artistico, in particolare per docenti e studenti, si consiglia di visitare il sito del progetto "Patrimonio mondiale nella scuola", un'iniziativa sostenuta dall'Associazione beni italiani patrimonio mondiale dell'UNESCO in collaborazione con MIBACT e MIUR per promuovere la divulgazione dei princìpi cardine dell'Unesco nelle scuole, soprattutto attraverso il portale di carattere didattico.