L’Educazione alla Cittadinanza Globale (ECG) mira a stimolare un senso di appartenenza ad una comunità più ampia; a riconoscere come valori il principio di un’umanità condivisa e l’interdipendenza politica, economica, sociale e culturale; a sottolineare la rilevanza dell’interconnessione tra dimensione locale, nazionale e globale.

L’ECG mira inoltre a responsabilizzare gli studenti di tutte le età ad assumere ruoli attivi, sia a livello locale che globale, nella costruzione di società più pacifiche, tolleranti, inclusive e sicure. Essa comprende tre differenti domini di apprendimento: cognitivo, socio-emotivo e comportamentale.

Con l’avvio nel 2012 della Global Education First Initiative (GEFI) da parte delle Nazioni Unite, L’UNESCO ha iniziato a promuovere l’ECG inserendola tra le sue priorità educative nella sua strategia di medio temine per il 2014-2020.

L'UNESCO sostiene gli Stati membri nei loro sforzi per l’attuazione dell’ECG attraverso la sensibilizzazione, lo sviluppo di linee guida e il rafforzamento delle loro capacità operative.

Il suo lavoro in questo campo contribuisce al perseguimento dell’obiettivo 4 dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile, dedicato all’educazione, che prevede l’impegno dei paesi a "garantire che a tutti gli studenti siano fornite le conoscenze e le competenze necessarie per promuovere lo sviluppo sostenibile, i diritti umani, l’uguaglianza di genere, una cultura di pace e non violenza, la cittadinanza globale e l’apprezzamento della diversità culturale”.

Per contribuire all’ECG, l’UNESCO ha pubblicato nel 2015 un documento, intitolato “Global citizenship education: topics and learning objectives”, la cui traduzione in italiano è ora disponibile a cura del Centro per la Cooperazione Internazionale di Trento, associazione no profit impegnata nell’analisi, informazione, formazione e promozione della conoscenza sui temi della cooperazione internazionale, degli affari europei, della pace e dei diritti umani.

Frutto del lavoro di ricerca e consultazione di esperti, questo documento costituisce la prima guida pedagogica UNESCO per gli stati membri affinché abbiano un orientamento generale sull’integrazione dell’educazione alla cittadinanza globale nei rispettivi sistemi scolastici.

Sul piano dei contenuti offre suggerimenti su come tradurre i concetti di educazione alla cittadinanza globale in temi e materie specifiche per ogni età e in altrettanti obiettivi di apprendimento, in modo da poter essere adattata ai diversi contesti locali.

La guida vuole essere una risorsa per gli educatori, gli esperti nella redazione dei curricoli, i formatori, i politici e anche gli operatori che lavorano in contesti non formali.