In questi ultimi anni, anche a causa della crescita sostanziale dei flussi migratori, sono aumentati su su scala globale fenomeni di esclusione sociale, xenofobia, razzismo e atti di violenza nella sfera pubblica. La risposta a questa deriva sociale non risiede solo in misure sanzionatorie sul piano giuridico-penale ma anche e sopratutto nell'adozione di una strategia di prevenzione fondata sull' educazione a valori di rispetto, tolleranza e convivenza pacifica. Si tratta dunque di una sfida per una delle aree chiave del lavoro dell’UNESCO nel campo dell’educazione: l’Educazione alla Cittadinanza Globale – ECG (in inglese: Global Citizenship Education – GCED), che cerca di fornire le competenze, i valori e le attitudini necessarie a contribuire allo sviluppo di società giuste e pacifiche.

 

Lo studio pubblicato dall’UNESCO nel 2018,“Global Citizenship Education and the rise of nationalist perspectives: Reflections and possible ways forward” , fa seguito al seminario di consultazione organizzato dall’UNESCO, dalla Commissione Nazionale Coreana per l’UNESCO e dall’ Asia-Pacific Center of Education for International Understanding (APCEIU), che si è tenuto nel giugno 2017 a Seul sul tema della percezione dell’aumento delle prospettive nazionaliste e sulle relative conseguenze per il lavoro dell’UNESCO nell’ambito della ECG. Al seminario hanno partecipato esperti da tutte le regioni del mondo, impegnati in una vasta gamma di aree e discipline. Nel documento vengono anche raccolti i risultati di seminari formativi organizzati dell’UNESCO tra il 2015 e il 2017 e destinati a responsabili delle politiche educative ed educatori nell’ambito del programma sulla ECG.

Sostanzialmente lo studio cerca di offrire alcuni chiarimenti sull’ascesa delle prospettive nazionaliste e sulle sue cause e suggerisce possibili vie da percorrere da parte dell’UNESCO e di altri soggetti coinvolti nell’istruzione che promuovono la ECG.

E’ possibile consultare una traduzione in lingua italiana del documento, curata da I.R.A.S.D.I. ITALIAN RESEARCH ASSOCIATION FOR SUSTAINABLE DEVELOPMENT INITIATIVES con la supervisione della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO. A breve sarà disponibile una versione ufficiale in lingua italiana che terrà conto degli aggiornamenti che l’UNESCO è in procinto di pubblicare.