“AL DI LÀ DEI NUMERI: PORRE FINE ALLA VIOLENZA NELLA SCUOLA”.

La violenza in ambito scolastico, in tutte le sue molteplici forme, è una violazione del diritto dei bambini e degli adolescenti all’educazione, alla salute e al benessere. Nessun paese può realizzare un sistema educativo di qualità per tutti, che sia inclusivo ed equo, se gli studenti sono vittime di violenza e bullismo a scuola.

La violenza e il bullismo a scuola possono avere conseguenze devastanti per le vittime: i bambini e i giovani coinvolti hanno difficoltà a concentrarsi in classe, evitano le attività scolastiche, marinano o a abbandonano del tutto la scuola. Questo ha delle ripercussioni negative sui risultati scolastici e sulle prospettive future di educazione e di occupazione. Un clima di ansia, paura e insicurezza è incompatibile con l’apprendimento, e ambienti di apprendimento non sicuri possono compromettere la qualità dell’educazione per tutti gli studenti.

Affrontare il problema della violenza e del bullismo a scuole è essenziale per raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals SDGs), in particolare il SDGs 4, che mira a garantire un’educazione di qualità inclusiva ed equa e promuovere le possibilità di apprendimento permanente per tutti, e il SDGs 16, che mira a promuovere società pacifiche ed inclusive. Il monitoraggio dei progressi in tal senso richiede dati accurati sulla prevalenza e sulle tendenze della violenza e del bullismo a scuole, ma anche sull’efficacia delle misure messe in opera dal settore dell’educazione per combattere questi fenomeni.

La pubblicazione dell’UNESCO dal titolo "Behind the numbers: ending school violence and bullying" fornisce una panoramica aggiornata e completa della prevalenza su scala mondiale e regionale della violenza nelle scuole e delle sue relative tendenze; inoltre esamina la natura e l’impatto della violenza e del bullismo a scuola.

La pubblicazione, tradotta in lingua italiana a cura del Club per l’UNESCO di Lucca con il titolo “Al di là dei numeri: porre fine alla violenza nella scuola”, rappresenta un contributo importante alla campagna globale Safe to Learn per porre fine a tutte le violenze a scuola entro il 2024 ed ha lo scopo di contribuire a monitorare i progressi verso il raggiungimento di ambienti di apprendimento sicuri, non violenti, inclusivi.