DIECI ANNI DI DIETA MEDITERRANEA NELLA LISTA DEL PATRIMONIO CULTURALE IMMATERIALE

"La Dieta Mediterranea costituisce un insieme di abilità, conoscenze, pratiche e tradizioni che spaziano dal paesaggio alla tavola, che comprendono le coltivazioni, il raccolto, la pesca, la conservazione, lavorazione, la preparazione e, in particolare, il consumo degli alimenti. [...]. Tuttavia, la Dieta Mediterranea (dal greco diaita, o stile di vita) riguarda di più che i semplici alimenti. Essa promuove l’interazione sociale, dal momento che i pasti comuni rappresentano la pietra angolare delle usanze sociali e degli eventi festivi. Essa ha dato origine a un considerevole corpo di conoscenze, canzoni, massime, racconti e leggende. Si tratta di un sistema radicato nel rispetto per il territorio e la biodiversità, e garantisce la conservazione e lo sviluppo delle attività tradizionali e artigianali legate alla pesca e all’agricoltura nelle comunità mediterranee [...]. Le donne rivestono un ruolo particolarmente vitale nella trasmissione delle competenze, nonché della conoscenza di rituali, gesti e celebrazioni tradizionali, e nella salvaguardia delle tecniche." (dalla Decisione 5.COM 6.41 adottata a Nairobi il 16.11.2010)

 


Il 16 novembre 2010, la Dieta mediterranea viene iscritta nella prestigiosa Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’UNESCO. Un riconoscimento che ha contribuito a dare visibilità su scala planetaria ad una pratica culturale sviluppatasi nel corso dei secoli nel nostro Paese e nel bacino mediterraneo grazie ad apporti culturali e a materie prime della più disparata provenienza e che rappresenta oggi un importante contributo al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Molte le iniziative organizzate per la ricorrenza del decennale a testimonianza della vivacità e popolarità crescente della Dieta Mediterranea, un vero e proprio stile di vita fatto di competenze, conoscenze, rituali, simboli e tradizioni che toccano in concreto coltivazione, allevamento, conservazione, cucina, condivisione e consumo di cibo.

Un’occasione di apprendimento permanente formale e informale per giovani e adulti che ci aiuta a riflettere e comprendere le grandi sfide del mondo contemporaneo, dalla salute alla difesa della biodiversità, dal dialogo interculturale alla diffusione dei principi di una cittadinanza attiva e globale.

 

Se vi interessa saperne di più vi proponiamo questo elenco di iniziative alla quali potete partecipare collegandovi ai link indicati (che ove mancanti saranno indicati nei prossimi giorni)

 

Apertura delle celebrazioni per i dieci anni del riconoscimento  "DIETA MEDITERRANEA UNESCO - 10 anni di Patrimonio culturale immateriale dell’Umanità", 16 novembre 2020 h. 9,30-11.                      All'evento partecipano il Ministro degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, il Ministro dell'Interno, il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il Ministro dell'Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, il Ministro dell'Istruzione, il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il Ministro della Salute, il Presidente della .Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO, il responsabile della Unesco Chair On Intangible Cultural Heritage And Comparative Law dell’Univeristà degli Studi di Roma Unitelma Sapienza, l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, il Sindaco di Pollina - - Comunità emblematica Dieta Mediterranea UNESCO.   
Il link per partecipare è: www.facebook.it/minambiente

 

Seminario online "Educare alla Dieta Mediterranea e allo stile di vita mediterraneo", 16 novembre 2020 h.11,30, organizzato dal Ministero dell'Istruzione. Il seminario è visibile sul canale YouTube del Ministero dell’istruzione al Link https://www.youtube.com/user/MinisteroMIUR

 

Seminario online LA DIMENSIONE AMBIENTALE DELLA DIETA MEDITERRANEA COME MODELLO DI ALIMENTAZIONE SOSTENIBILE, 16 novembre 2020 h.11,30, organizzato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

 

Virtual International Conference “EMERGING TOPICS ON MEDITERRANEAN DIET”, 16 novembre 2020 intera giornata, organizzata da Italian Society of Human Nutrition (SINU) e Federation of European Nutrition Societies (FENS) con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO e la partecipazione del Presidente Franco Bernabè (h.13).  Per partecipare è possibile iscriversi al seguente link https://bvent.biomedia.net/s/2854

 

10 ANNI DI DIETA MEDITERRANEA NEL MONDO - TRADIZIONE, INNOVAZIONE E STILI DI VITA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE  dal 13 al 16 novembre 2020, organizzato da Centro Studi della Dieta Mediterranea "Angelo Vassallo", Future Food Institute e Comune di Pollica      

 

FICO  - MEDITERRANEAN LECTURE 2020 DIGITAL EDITION  16 novembre 2020 h.18, organizzata da Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli / Dipartimento di Scienze formative, psicologiche e della comunicazione , MedEatResearch, Fondazione FICO, Comune di Pollica, Unesco Chair On Intangible Cultural Heritage And Comparative Law / Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza.      L'evento sarà trasmesso in diretta streaming al seguente link https://www.unisob.na.it/ateneo/c002.htm?vr=3                                                                                                                                                   

 

Seminario organizzato da CREA - Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione e Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

 

Giornata della nutrizione, 13 novembre, organizzata da CREA - Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione

 

Azioni del Ministero della salute per la promozione della Dieta mediterranea, il Programma MaestraNatura

 

Progetto Ministero dell'Istruzione-RAI "La scuola in tivù" due lezioni di Educazione civica dedicate al tema dell'educazione alimentare, visibili su RAI Play.

 

Mostra Bibliografica :"La medicina migliore": virtù curative dell'olio di oliva da Ippocrate ai giorni nostri. Organizzata dalla Biblioteca Medica Statale di Roma

 

 

Per saperne di più sulla Dieta Mediterranea iscritta nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale è possibile consultare il nostro sito