DICHIARAZIONE DELL’UNESCO SUI RECENTI SVILUPPI IN UCRAINA
Dichiarazione dell’UNESCO sui recenti sviluppi in Ucraina

 

L’UNESCO è profondamente preoccupata per le operazioni militari e l’escalation di violenza in Ucraina. Come affermato dal Segretario Generale delle Nazioni Unite, queste operazioni costituiscono violazioni dell’integrità e della sovranità dell’Ucraina e sono contrarie alla Carta delle Nazioni Unite.

 

L’UNESCO chiede il rispetto del Diritto internazionale umanitario, in particolare della Convenzione dell'Aja del 1954 sulla Protezione dei Beni Culturali in Caso di Conflitto Armato e dei suoi due Protocolli (del  1954 e del 1999) per assicurare la prevenzione dei danni al patrimonio culturale in tutte le sue forme.

 

Questo include anche gli obblighi derivanti dalla Risoluzione 2222 del 2015 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sulla Protezione dei giornalisti, dei professionisti dei media e del personale a essi associato in situazioni di conflitto, per promuovere media liberi, indipendenti e imparziali come uno dei fondamenti essenziali di una società democratica e che possono contribuire alla protezione dei civili.

 

L’UNESCO chiede inoltre di evitare attacchi a bambini, insegnanti, personale educativo e scuole, per garantire il mantenimento del diritto all’istruzione.

 

 

 

 

Fonte: UNESCO

25 febbraio 2022