L’UNESCO SI MOBILITA PER SOSTENERE LA CONTINUITÀ DELL’ISTRUZIONE IN UCRAINA
L’UNESCO si mobilita per sostenere la continuità dell’istruzione in Ucraina

Dall’inizio della guerra in Ucraina, il 24 febbraio 2022, l’UNESCO ha ripetutamente chiesto il rispetto del diritto fondamentale all’istruzione.

A un mese dall’inizio del conflitto 733 istituti scolastici sono stati danneggiati o distrutti e si stima che oltre la metà degli studenti sia stata allontanata. L’UNESCO sta lavorando insieme alle autorità ucraine per adattare alla situazione attuale il sistema avviato per rispondere alla chiusura delle scuole a seguito della pandemia COVID-19.

Con il sostegno della Global Education Coalition , creata dall’UNESCO nel 2020 per facilitare le soluzioni di apprendimento a distanza, l’UNESCO sta coordinando la produzione di nuovi contenuti educativi digitali, supporto psicosociale e formazione degli insegnanti. Inoltre l’Organizzazione sosterrà il Ministro dell’Istruzione ucraino attraverso la creazione di un sistema sicuro ed affidabile per facilitare gli esami online per l’ammissione degli studenti alle università e agli istituti di formazione professionale.

L’UNESCO promuove le iniziative degli Stati membri finalizzate ad ospitare e integrare gli studenti ucraini rifugiati e gli studenti internazionali che già studiavano in Ucraina, dedicando a queste iniziative una pagina sul proprio sito web, al fine di condividere le buone pratiche e ispirare altri paesi.

 

 

                                                                                                                                                             30 marzo 2022