GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DEL DIRITTO D'AUTORE, 23 APRILE 2022
Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore, 23 aprile 2022

 

In occasione della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore, la Federazione Italiana delle Associazioni e Club ci offre la traduzione del messaggio della Direttrice Generale dell'UNESCO Audrey Azoulay:

"I libri da molto tempo incarnano la capacità umana di evocare mondi, sia reali che immaginati, dando voce alle diversità dell'esperienza umana. Ci aiutano a condividere idee, ottenere informazioni e ispirare ammirazione per culture diverse, consentendo una vasta portata forme di dialogo tra le persone attraverso lo spazio e il tempo.

Il potenziale dei libri per promuovere la realizzazione individuale e creare cambiamento sociale è innegabile. Nelle parole della famosa autrice nigeriana Chimamanda Ngozi Adichie: “Scegliere di scrivere è rifiutare il silenzio”.

Per questo l'UNESCO è decisamente impegnato a promuovere l'accesso ai libri e alla lettura – ad esempio, attraverso il nostro programma Capitale Mondiale del Libro.

Nel 2022, la città messicana di Guadalajara sta assumendo il ruolo di Capitale mondiale del libro, con un programma lungo un anno che si concentra sul ruolo dei libri e della lettura nell'innescare il cambiamento sociale, nella lotta violenza e costruire una cultura di pace.

Nonostante l'importanza dei libri nel sostenere il benessere sociale, l'editoria sta attualmente affrontando grandi sconvolgimenti, in particolare la trasformazione digitale. Queste sfide sono diventate fin troppo chiare durante il COVID-19, quando i ricavi in calo hanno amplificato la vulnerabilità di autori e venditori di libri, come altri professionisti creativi, in tutta la filiera. Anche la diversità culturale è stata minacciata dal numero di titoli pubblicati, ineluttabilmente diminuito.

In tempi incerti, dobbiamo custodire e difendere i libri come simboli di speranza e dialogo.

Questo significa essere solidali con i professionisti che diffondono il nostro patrimonio letterario – scrittori, editori, editori e traduttori. Mentre costruiscono ponti attraverso continenti e culture, questi professionisti vanno tutelati, e il loro valore riconosciuto.

L'UNESCO è fermamente impegnato in questo obiettivo. In un momento in cui la tecnologia digitale sta cambiando volto dell'industria editoriale, sosteniamo l'equa remunerazione degli autori e la tutela della diversità culturale. Sosteniamo il lavoro degli editori attraverso imprese quali le partnership con l'International Authors Forum, l’International Federation of Library Associations and Institutions e l’International Publishers Associatio.

In occasione della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore, invito tutti i partner dell'UNESCO a condividere il messaggio che i libri sono una forza per affrontare le sfide contemporanee, per capire realtà politiche ed economiche e combattere le disuguaglianze e la disinformazione.

Lo storytelling è uno strumento incredibilmente efficace quando si tratta di educare le più giovani generazioni.

I libri sono veicoli vitali per accedere, trasmettere e promuovere l'istruzione, la scienza, la cultura e l’informazione in tutto il mondo. Per questo, ogni anno, il 23 aprile, una data che segna la perdita di tre grandi autori della letteratura universale, Miguel de Cervantes, William Shakespeare e Inca Garcilaso de la Vega – celebriamo il loro fascino e il potere di stimolare l'innovazione, generare conoscenza e cambiare opinione."

Ivrea, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, è la Capitale italiana del libro 2022 nominata dal Ministro della Cultura su indicazione di una apposita Commissione nel febbraio 2022.

 

 

                                                                                                                                                           26 aprile 2022