ADOTTATO "CONFINTEA VII MARRAKECH FRAMEWORK FOR ACTION" NEL CORSO DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE SULL'ISTRUZIONE DEGLI ADULTI CHE SI È TENUTA DAL 15 AL 17 GIUGNO 2022
Adottato "CONFINTEA VII Marrakech Framework for action" nel corso della Conferenza Internazionale sull'istruzione degli adulti che si è tenuta dal 15 al 17 giugno 2022

La VII Conferenza Internazionale sull’Istruzione degli adulti organizzata dall’UNESCO a Marrakech dal 15 al 17 giugno 2022 con la partecipazione di 142 paesi ha adottato "CONFINTEA VII Marrakech Framework for action", un Quadro di Azione per utilizzare la capacita di trasformazione dell’apprendimento e l’istruzione degli adulti. L’importante documento, che sarà la base per una serie di raccomandazioni ai governi, riflette lo sforzo globale per la promozione dell’Educazione per gli Adulti e l’apprendimento permanente, e mira a contribuire all’attuazione dell’Obiettivo 4 dell’ Agenda 2030 che riguarda un’ istruzione di qualità, equa ed inclusiva, “promuovendo opportunità di apprendimento permanente per tutti”. L’Istruzione per gli adulti, adult Learning Education (ALE) è una componente chiave del progresso sociale a diversi livelli: individui, famiglie, organizzazioni, luoghi di lavoro, città e regioni. Deve svolgere un ruolo fondamentale anche nella lotta al riscaldamento globale tramite l’istruzione sul clima che deve fornire adeguati strumenti di comprensione e consapevolezza delle minacce ad esso legate e favorire stili di vita utili a contrastarlo. Deve promuovere uguaglianza di accesso agli ambienti e alle risorse digitali da considerare come volano del progresso nell’istruzione globale.

Tra le raccomandazioni emerse giova ricordare la realizzazione a livello locale di “centri di apprendimento di comunità”, la riduzione del “digital gap”, la promozione dell’alfabetizzazione tecnologica, l’implementazione delle raccomandazioni delle Nazioni Unite del 2019 e 2021 sulle risorse educative “open” e l’uso dell’intelligenza artificiale, incentivando forme ibride di insegnamento/apprendimento, per raggiungere le categorie più marginalizzate e fuori dal ciclo scolastico. Una particolare attenzione è anche rivolta alla cittadinanza globale e attiva, che non può prescindere dall’apprendimento di una capacità di valutazione critica delle informazioni sui vari tipi di media.

Un impegno globale per porre l’istruzione degli adulti al centro di Agenda 2030 richiede ingenti investimenti e su questo i dati non sono confortanti. Il 5° rapporto GRALE (Global report on Adult Learning and Education) lanciato in occasione della Conferenza di Marrakech, sostiene che nel 60% delle nazioni non vi è nessun miglioramento di partecipazione all’istruzione per gli adulti da parte di disabili, migranti o carcerati, rispetto all’ultimo rapporto del 2020 mentre nel 24% delle nazioni la partecipazione delle popolazioni rurali ai programmi è addirittura diminuita notevolmente.

 

 

                                                                                                                              20 giugno 2022