ESITI DELLA 7^ SESSIONE DEL CONSIGLIO DEI GEOPARCHI UNESCO: TRE RICONFERME E UNA ESTENSIONE PER 4 PARCHI ITALIANI
Esiti della 7^ sessione del Consiglio dei Geoparchi UNESCO: tre riconferme e una estensione per 4 Parchi italiani

 

 

Tre riconferme e un’estensione di territorio per i Geoparchi Italiani: i Parchi Nazionali delle Colline Metallifere Grossetane, del Cilento e Valle di Diano e Alburni e del Brenta Adamello hanno ottenuto la riconferma UNESCO nella 7° sessione del Consiglio dei Geoparchi Globali Unesco, svoltasi a Satun, in Tailandia, il 4 e 5 settembre scorsi.

 

Con il “cartellino verde” ottenuto, cioè senza raccomandazioni, questi tre geoparchi italiani manterranno il riconoscimento UNESCO per altri quattro anni, prima di un nuovo esame di riconvalida. Il Geoparco di Beigua ha invece visto accettata la propria richiesta di una sua estensione, inferiore al 10% del totale, rispetto al primo accreditamento UNESCO del 2005: entra a far parte di questo Geoparco anche il piccolo Comune di Urbe, in provincia di Savona, che, insieme ai Comuni di Sassello, Tiglieto, l’area metropolitana di Genova e la regione piedimontea, tracciano i nuovi confini del Geoparco. Con questa approvazione del Consiglio dei Geoparchi Globali UNESCO, l’area di Beigua passa così da 392,3 a 423,47 km2.

 

Nel corso della stessa riunione, il Consiglio ha anche deliberato la proposta, da sottoporre al board esecutivo dell’UNESCO nella sessione dell’anno prossimo, per la nomina di sette nuovi Geoparchi UNESCO: Ijen e Maros Pangkep in Indonesia, Aras in Iran, Waitachi Whitestone in Nuova Zelanda, Kinabalu in Malesia, Khorat in Tailandia e Bohol nelle Filippine.

 

Immagine: Geoparco Beigua

20 settembre 2022