DACIA MARAINI ALLA COMMISSIONE NAZIONALE ITALIANA PER L'UNESCO, RICORDANDO PIER PAOLO PASOLINI
Dacia Maraini alla Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO, ricordando Pier Paolo Pasolini

Abbiamo avuto oggi il piacere e l'onore di accogliere Dacia Maraini negli uffici della Commissione.

 

La scrittrice, grande testimone del nostro tempo, è stata intervistata dal Segretario Generale Enrico Vicenti in vista del Convegno "Pasolini, l'UNESCO e la marginalità dei luoghi", organizzato dall'Università di Bologna e dalla CNIU in occasione del 50^ anniversario della Convenzione sul Patrimonio Mondiale, per ricordare questo intellettuale e poliedrico uomo di cultura nel centenario della sua nascita, anniversario ufficialmente riconosciuto dall'UNESCO.

 

Dacia Maraini è stata grande amica di Pasolini, con cui, insieme ad Alberto Moravia, negli anni '60 e '70 ha avuto modo di viaggiare e conoscere molti Paesi. I tre erano attratti da quei luoghi marginali i cui abitanti non si erano ancora confrontati con la modernità, l'industrializzazione, il consumismo e l'omologazione culturale derivante dalla globalizzazione, inseguendo una purezza tanto ricercata e mai raggiunta.

 

 

Immagine: Matteo Trevisan

 

12 ottobre 2022