ODESSA UFFICIALMENTE CANDIDATA ALL'ISCRIZIONE NELLA LISTA DEL PATRIMONIO MONDIALE UNESCO
Odessa ufficialmente candidata all'iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO

 

Martedì 11 ottobre il Presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha annunciato ufficialmente la candidatura di Odessa all’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Il Presidente lo ha fatto in un discorso al Consiglio Esecutivo dell’Organizzazione e la Direttrice Generale dell’UNESCO, Audrey Azoulay, ha colto l’occasione per sottolineare come questa iniziativa mostri la fiducia che viene riposta nei meccanismi di protezione dell’Organizzazione.

 

Zelensky ha espresso gratitudine nei confronti dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per le azioni fin qui condotte nel suo Paese e ha chiesto un ampliamento degli sforzi congiunti per proteggerne il patrimonio culturale.

 

Il dossier con la candidatura di Odessa, consegnato formalmente da una delegazione guidata dall’Amb. Vadym Omelchenko, Delegato Permanente dell’Ucraina presso l’UNESCO, e dal Sindaco di Odessa, Hennadiy Trukhanov, sarà visonato dai corpi consultivi ed esaminato nella prossima sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale, i cui 21 Stati Membri decideranno poi sulla nomination.

 

In linea con le consuete procedure, e con il notevole sostegno dell’Italia e della Grecia, l’UNESCO ha mobilitato vari esperti internazionali per fornire alle autorità ucraine l’assistenza tecnica nella preparazione del dossier, in vista delle minacce connesse alla guerra in corso.

 

L’eventuale iscrizione del centro storico di Odessa nella Lista del Patrimonio Mondiale, oltre a riconoscere l’eccezionale valore universale del sito, garantirebbe un’estesa protezione della zona secondo quanto previsto dalla Convenzione del 1972 sulla Protezione del Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale.

 

 

Immagine: UNESCO

 

14 ottobre 2022