SOSTENIBILITÀ E CITTADINANZA GLOBALE ENTRANO NELLA REVISIONE DELLA RACCOMANDAZIONE UNESCO DEL 1974 SULL'EDUCAZIONE
Sostenibilità e Cittadinanza Globale entrano nella revisione della Raccomandazione UNESCO del 1974 sull'Educazione

 

E’ giunto alla fase finale il processo di revisione e aggiornamento della Raccomandazione UNESCO del 1974 sull’”Educazione per la comprensione, la cooperazione e la pace internazionali e sull'Educazione ai diritti umani e alle libertà fondamentali”.

 

Si tratta di un Documento di grande rilevanza, che costituisce uno dei capisaldi delle società democratiche dopo la Seconda Guerra Mondiale. La revisione dopo quasi mezzo secolo di questa Raccomandazione UNESCO si è resa necessaria alla luce dei grandi cambiamenti avvenuti  nell’ultimo cinquantennio nelle società e nell’Istruzione, e in vista anche delle nuove emergenze globali. La decisione di rivedere questo importante strumento di democrazia, dando avvio a un processo di consultazioni, è stata presa dalla Conferenza Generale dell’UNESCO del 2021, con la Risoluzione C/17.

 

La prima bozza di revisione della Raccomandazione, frutto di incontri e contributi da parte delle categorie interessate, è stata trasmessa agli Stati membri, che potranno proporre ulteriori modifiche, entro il 23 dicembre prossimo.

 

Tra le principali novità della nuova Raccomandazione troviamo una particolare attenzione ai temi dell'Educazione allo sviluppo sostenibile e alla Cittadinanza Globale, che entrano cosi a pieno titolo nelle scuole e nelle università, secondo gli appelli all'azione lanciati dal Transforming Education Summit-TES.

 

Si indicano inoltre, tra i presupposti fondamentali di ogni insegnamento, la “consapevolezza interculturale”, la “diversità” e il “pluralismo”, così come il “senso di connessione” come appartenenza a una umanità comune ma al contempo diversa.

Gli studenti dovranno essere “agenti di cambiamento” di una società per cui l’istruzione deve sviluppare la capacità di valutare e comprendere le minacce e le opportunità del futuro, adattandosi alle nuove possibilità allo scopo di promuovere una società ”pacifica, giusta, equa, eguale, inclusiva, sana e sostenibile”. La nuova Raccomandazione UNESCO sull’Educazione sarà quindi approvata alla prossima Conferenza Generale, prevista a Novembre 2023.

 

 

30 novembre 2022