E' ONLINE IL QUARTO FORUM MONDIALE DELL’UNESCO SULL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE
E' online il quarto Forum Mondiale dell’UNESCO sull’Intelligenza Artificiale

 

Novantotto speakers, tra Ministri dell’Educazione, esperti, accademici e stakeholders, partecipano al quarto appuntamento del Forum mondiale dell’UNESCO sull’ Intelligenza Artificiale (Artificial Intelligence-AI) e l’Educazione che ha avuto inizio il 5 dicembre presso la sede centrale di Parigi in modalità ibrida e si protrarrà anche il 6, con diversi interventi e presentazioni disponibili anche da remoto in streaming .

 

Il titolo del forum di quest’anno è ”Guidare l’IA per dotare gli insegnanti e trasformare l’Educazione”, con uno speciale focus dunque sull’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale nella didattica dell’Istruzione. Il programma delle due giornate è strutturato secondo diversi sottotemi. La Vice Direttrice dell’UNESCO Stefania Giannini, in apertura del Forum, ha affermato che l’Intelligenza Artificiale nell’Educazione deve essere guidata adeguatamente per fornire una istruzione di qualità.

 

Il suo utilizzo nella didattica non significa però automaticamente poter raggiungere le categorie piu marginalizzate.  ”L’istruzione è un diritto umano e un bene pubblico”, ha ribadito,  "l'UNESCO supporta l’uso dell’Intelligenza Artificiale e delle Nuove Tecnologie nell’Istruzione anche a seguito della “Dichiarazione dei Giovani” emersa al Summit Transforming Education".

 

Nel corso della giornata del 5 dicembre, i Ministri dell’Educazione di alcuni Paesi (Indonesia, Cina, Slovenia, Namibia, Emirati Arabi Uniti, Oman e Spagna), hanno illustrato i loro piano nazionali e gli avanzamenti nell’uso dell’Intelligenza Artificiale nell’Educazione e come i curricula sono stati rinnovati in questa direzione.

 

In Cina, per esempio, a marzo è  stata lanciata una piattaforma nazionale per l’Educazione che ha già avuto 400 milioni di visite e vi è un piano per formare 430 milioni di docenti all’uso dell’AI.

 

In Slovenia è attivo un centro di ricerca sull’AI in didattica e un centro nazionale di coordinamento per l’Educazione digitale in connessione con le linee guida etiche per il suo uso. La Global Academy for Digital Teaching è la prima Università al mondo dove si studia l’AI per la didattica integrandola con il processo di trasformazione dell’Educazione, offrendo contenuti digitali in 3 lingue per il training dei docenti su scala mondiale.

 

Sui rischi connessi a un uso eccessivo di robot e intelligenze artificiali nell’Educazione è intervenuto, nel corso del Forum, Ben Williams, dell’Università di Edimburgo. L’accademico ha messo in guardia sui processi di valutazione affidati all’AI, sui rischi per la privacy e sullo stoccaggio di grandi quantità di dati sensibili, sulla trasformazione in affare lucrativo, sul pericolo di “dipendenza” dei processi di educazione dalle piattaforme di AI.

 

 

6 dicembre 2022