LE GRANDI CITTÀ TERMALI D’EUROPA
Le Grandi Città Termali d’Europa

 

Il sito seriale transnazionale “The Great Spa Towns of Europe” comprende undici città in sette Stati europei: Baden bei Wien in Austria, Spa in Belgio, Karlovy Vary, Frantiskovy Lazne e Marianske Lazne nella Repubblica Ceca, Vichy in Francia, Bad Ems, Baden-Baden e Bad Kissingen in Germania, la Città di Bath nel Regno Unito, oltre a Montecatini Terme, in Italia.

Tutte queste città si sono sviluppate intorno a sorgenti di acque minerali naturali e sono testimoni della cultura europea delle terme, sviluppatasi agli inizi del XVIII secolo, per durare fino agli Anni Trenta del Novecento, contribuendo alla creazione di grandi resort internazionali capaci di impattare la tipologia urbana intorno a edifici come le kurhaus e le kursaal (edifici e sale dedicate alla terapia), i locali pompe, le sale per bere, colonnati e gallerie creati per far confluire le sorgenti di acque minerali, per facilitarne il loro uso pratico sia per fare bagni che per bere. Impianti collegati includono giardini, saloni, casinò, teatri, hotel e ville, così come infrastrutture specifiche di supporto alle spa. Questi edifici sono tutti integrati in un contesto urbano che comprende un ambiente terapeutico e ricreativo molto ben gestito, inserito in un paesaggio pittoresco. Insieme, questi siti rappresentano l’importante interscambio tra valori umani e sviluppi in medicina, scienza e balneologia.

Montecatini Terme rappresenta l’emblema dell’ultimo vivace periodo, all’inizio del XX secolo. Anche se le sue acque termali venivano apprezzate già dai Romani, i primi insediamenti urbani intorno all’area centrale della spa si devono al Granduca di Toscana Pietro Leopoldo, che diede anche l’ordine di costruire i bagni dal 1773 al 1783. Insieme agli stabilimenti fu costruito anche un ampio viale costeggiato da olmi, diventato poi uno dei simboli della città.

All’inizio del XX secolo, Montecatini cominciò la trasformazione da città dei bagni a città termale, anche grazie al lavoro dell’architetto Giulio Bernardini, che sull’esempio di altre città termali in Svizzera, Bohemia e Germania, costruì alcuni edifici emblematici come le Terme Tamerici, le Terme Excelsior e il Parco Pubblico.

Per approfondimenti si consiglia di visitare il sito ufficiale del Centro del Patrimonio Mondiale UNESCO responsabile dell'iscrizione dei siti del Patrimonio Mondiale.

correlato_Le Grandi Città Termali d’Europa
correlato_Le Grandi Città Termali d’Europa
correlato_Le Grandi Città Termali d’Europa
correlato_Le Grandi Città Termali d’Europa
correlato_Le Grandi Città Termali d’Europa
correlato_Le Grandi Città Termali d’Europa
correlato_Le Grandi Città Termali d’Europa