Salvaguardia del Patrimonio e Promozione della Creatività

Nel mondo interconnesso di oggi, il potere della cultura di migliorare le società è evidente. Le sue diverse manifestazioni – dai nostri preziosi monumenti storici alle pratiche tradizionali alle forme d’arte contemporanea- arricchiscono la nostra vita di tutti i giorni in innumerevoli modi. Il patrimonio costituisce una fonte di identità e di coesione per le comunità turbate da sconcertanti cambiamenti e dall’instabilità economica. La creatività contribuisce alla costruzione di società aperte, inclusive e pluralistiche. Sia il patrimonio che la creatività gettano le basi per società della conoscenza vivaci, innovative e prospere.

L'UNESCO è convinta che, in assenza di un forte componente culturale, nessun tipo di sviluppo potrà essere sostenibile. Infatti, soltanto un approccio allo sviluppo incentrato sull’uomo e basato sul reciproco rispetto e sul dialogo aperto tra le culture può condurre a risultati duraturi, inclusivi ed equi. Eppure, fino a tempi recenti, la cultura è stata assente nel discorso dello sviluppo. Al fine di assicurare che la cultura assuma il suo ruolo legittimo nelle strategie e nei processi dello sviluppo, l’UNESCO ha adottato un approccio su tre fronti: è in prima linea nella difesa mondiale della cultura e dello sviluppo, impegnandosi con la comunità internazionale per impostare politiche e quadri normativi chiari e lavora sul territorio per supportare i governi e i portatori di interessi locali al fine di salvaguardare il patrimonio, rafforzare le industrie creative e incoraggiare il pluralismo culturale.

Le rinomate convenzioni culturali dell’UNESCO forniscono una piattaforma globale unica per la cooperazione internazionale e stabiliscono un sistema di governance culturale olistico basato sui diritti umani e sui valori condivisi. Questi trattati internazionali si adoperano per proteggere e salvaguardare il patrimonio mondiale culturale e naturale, ivi inclusi gli antichi siti archeologici, il patrimonio immateriale e subacqueo, le collezioni museali, le tradizioni orali e le altre forme di patrimonio e per sostenere la creatività, l’innovazione e l’emergenza di settori culturali dinamici.

Empowering higher education in Africa: Italy and the UNESCO Chair Network

Le Cattedre UNESCO italiane hanno da tempo dato vita ad una serie di attività congiunte e creato un proprio meccanismo di coordinamento nazionale denominato ReCUI. Una delle iniziative di maggior rilievo realizzate in questo ambito riguarda la pubblicazione di uno studio dedicato al rafforzamento dell’istruzione universitaria in Africa dal titolo: “Empowering higher education in Africa: […]

Leggi di più Empowering higher education in Africa: Italy and the UNESCO Chair Network
La nuova Raccomandazione sull’educazione alla pace

Durante la sua 42ma Conferenza Generale nel 2023, l’UNESCO approva la nuova Raccomandazione sull’educazione alla pace e ai diritti umani, alla comprensione internazionale, alla cooperazione, alle libertà fondamentali, alla cittadinanza globale e allo sviluppo sostenibile. Tale approvazione è il risultato di un lungo negoziato avviato a seguito della decisione della 41ma Conferenza Generale dell’UNESCO del […]

Leggi di più La nuova Raccomandazione sull’educazione alla pace
La protezione del patrimonio culturale in caso di conflitto armato: dalla Convenzione del 1954 alla Guerra in Ucraina

I conflitti armati sono sempre sinonimo di morte e distruzioni, indeboliscono il tessuto sociale ed economico delle popolazioni colpite e rendono pace e riconciliazione una prospettiva tanto desiderata quanto difficile da ristabilire. È quello che sta accadendo anche oggi in Ucraina, nel cuore dell’Europa. Durante la guerra il patrimonio culturale dei paesi assediati è particolarmente […]

Leggi di più La protezione del patrimonio culturale in caso di conflitto armato: dalla Convenzione del 1954 alla Guerra in Ucraina
La strategia di medio termine dell’Unesco 2022-2029

La Strategia di Medio Termine, resa disponibile anche in italiano dalla CNIU, rappresenta la visione strategica e la struttura programmatica dell’azione dell’UNESCO nei settori di educazione, scienze, cultura, comunicazione e informazione a livello mondiale, regionale e nazionale nel corso di otto anni, dal 2022 al 2029. La Strategia è stata approvata nel 2021 nel corso della 41ma […]

Leggi di più La strategia di medio termine dell’Unesco 2022-2029
La Convenzione UNESCO per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale vent’anni dopo: la rivista “Antropologia e Teatro” analizza criticità e punti fermi

A vent’anni dall’adozione della Convenzione UNESCO per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale, la rivista «Antropologia e Teatro» ha dedicato un Numero Speciale a uno degli strumenti di tutela della cultura transnazionali storicamente tra i più noti e dibattuti, tentando di individuarne alcuni punti fermi, rilevarne le criticità e indagare le varie declinazioni che la […]

Leggi di più La Convenzione UNESCO per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale vent’anni dopo: la rivista “Antropologia e Teatro” analizza criticità e punti fermi
Per una lista del Patrimonio Mondiale più equilibrata: La World Heritage Global Strategy

Ventidue anni dopo l’adozione della Convenzione del 1972, relativa alla Protezione del Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale, la Lista del Patrimonio Mondiale presentava un problema di squilibrio nella tipologia dei beni iscritti e nelle aree geografiche rappresentate. Dei 410 beni iscritti, 304 erano siti culturali, solo 90 naturali e 16 misti, mentre la stragrande maggioranza […]

Leggi di più Per una lista del Patrimonio Mondiale più equilibrata: La World Heritage Global Strategy
I Rapporti periodici dei siti del Patrimonio Mondiale

L’iscrizione di un sito alla Lista del Patrimonio Mondiale, conclusione del lungo processo di candidatura, segna anche l’inizio di una serie di responsabilità nella gestione e conservazione del bene e vincola gli enti gestori a una efficace attuazione della Convenzione UNESCO per la Protezione del Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale del 1972. Il Comitato per il Patrimonio […]

Leggi di più I Rapporti periodici dei siti del Patrimonio Mondiale
Mostra fotografica “Vicino/Lontano. Viaggio alla scoperta del patrimonio culturale e naturale dell’immigrazione in Italia”

Vicino/lontano è la mostra fotografica che si terrà a Roma dal 28 ottobre al 27 novembre 2022, in occasione del 50° Anniversario della Convenzione UNESCO sulla Protezione del Patrimonio Mondiale culturale e naturale, al Palazzo delle Esposizioni e in alcune biblioteche dell’Istituzione Biblioteche di Roma Capitale: “Europea” a Piazza Fiume, “Ennio Flaiano” al Tufello, “Pier Paolo Pasolini” a Spinaceto, […]

Leggi di più Mostra fotografica “Vicino/Lontano. Viaggio alla scoperta del patrimonio culturale e naturale dell’immigrazione in Italia”
Il patrimonio culturale immateriale: settori, tematiche e interconnessioni

La Convenzione UNESCO del 2003 ha istituito la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale, definito (art. 2) come “le prassi, le rappresentazioni, le espressioni, le conoscenze, il know-how – come pure gli strumenti, gli oggetti, i manufatti e gli spazi culturali associati agli stessi – che le comunità, i gruppi e in alcuni casi gli individui riconoscono in […]

Leggi di più Il patrimonio culturale immateriale: settori, tematiche e interconnessioni
World Heritage Canopy

Il World Heritage Cities Programme è uno dei sei programmi tematici approvati e gestiti dal Comitato del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. All’interno del programma vengono raccolti esempi di gestione, eventi e attività relative al Patrimonio Mondiale e alle città storiche con l’obiettivo di ispirare soluzioni e condividere pratiche innovative relative allo sviluppo sostenibile attraverso le città storiche nel […]

Leggi di più World Heritage Canopy
Re|shaping Policies for Creativity: il rapporto UNESCO sullo stato del settore creativo e di quello culturale al tempo della Pandemia

La pandemia da COVID-19 ha causato una crisi senza precedenti nel settore culturale. Ovunque nel mondo cinema, teatri, musei e luoghi di aggregazione hanno chiuso i battenti, causando nel 2020 una perdita nel reddito generato dal settore culturale e da quello creativo di più di 1 miliardo di euro. Gli artisti, che già lavorano in […]

Leggi di più Re|shaping Policies for Creativity: il rapporto UNESCO sullo stato del settore creativo e di quello culturale al tempo della Pandemia
Convenzione UNESCO per la protezione del Patrimonio Culturale Subacqueo

Il 2 novembre 2021 si è celebrato il ventennale della Convenzione UNESCO per la protezione del patrimonio culturale subacqueo  nata con l’obiettivo di rafforzare la cooperazione tra Stati e l’implementazione della ricerca e della gestione del patrimonio stesso. Tra i principi fondamentali della Convenzione si ricordano: – l’obbligo di preservare il patrimonio culturale subacqueo. La Convenzione incoraggia […]

Leggi di più Convenzione UNESCO per la protezione del Patrimonio Culturale Subacqueo