A 30 anni dall’iscrizione dei Sassi di Matera nella Lista del Patrimonio Mondiale, il 14 e il 15 dicembre il punto sulla situazione in un evento curato dalla Cattedra UNESCO Mediterranean Cultural Landscapes and Communities of Knowledge

CATTEDRA UNESCO Unibas – PROGRAMMA 14&15dic23_page-0001

 

 

Nel 2023 ricorre il trentennale dell’iscrizione dei Sassi e del Parco delle Chiese Rupestri di Matera nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

In questo stesso anno ricorre il ventesimo anniversario della Convenzione per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale del 2003, mentre nel 2022 si è celebrato il cinquantesimo anniversario della Convenzione sul Patrimonio Mondiale materiale (culturale e naturale) del 1972.

A novembre 2023 l’UNESCO ha ospitato a Napoli una conferenza internazionale dal titolo “Naples Conference on Cultural Heritage in the 21st century”, epicentro del discorso culturale internazionale verso un futuro sostenibile legato ai patrimoni, per esplorare le sinergie tra la Convenzione del 1972 e la Convenzione del 2003.

Su questo sfondo, la Cattedra UNESCO dell’Università della Basilicata, insieme a tutto il DiCEM – Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo dello stesso Ateneo, organizza l’iniziativa dal titolo “I Patrimoni dell’Umanità. Nuove sfide per una gestione sostenibile di ecosistemi culturali complessi” come edizione ERT 2023, con cui si intende fare il punto sul patrimonio mondiale dei Sassi di Matera, come caso specifico attraverso cui esplorare i temi della complessità con l’orientamento alla sostenibilità declinata dall’Agenda ONU 2030.

Qui il programma dei lavori, in agenda a Matera dal 14 al 15 dicembre 2023 e accessibili anche online.