A Napoli la Conferenza UNESCO “Cultural Heritage in the 21st Century”

Napoli

Lunedì 27 novembre 2023, al Palazzo Reale di Napoli, il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, il Vice Ministro degli Affari Esteri della Cooperazione Internazionale Edmondo Cirielli, il Direttore Aggiunto dell’UNESCO Ernesto Ottone Ramirez e il Sindaco Gaetano Manfredi hanno aperto i lavori della Conferenza UNESCO “Cultural Heritage in the 21st Century”.

Organizzata da Maeci e MiC, con il contributo del Comune di Napoli, la Conferenza UNESCO, che vede riuniti rappresentanti ed esperti degli Stati membri dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, è stata inaugurata da un messaggio di saluto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha affermato come l’evento “costituisce una preziosa occasione per avviare accresciute sinergie nell’applicazione della Convenzione sulla Protezione del Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale, di cui si è celebrato il cinquantesimo anniversario lo scorso anno, e della Convenzione per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale, che vede quest’anno cadere il suo ventesimo anniversario. La cornice di Napoli, quale sede dell’evento, è una scelta felice: poche città rappresentano meglio la proficua interazione, stratificatasi nei secoli, fra patrimonio materiale e immateriale”.

La Direttrice Generale dell’UNESCO, Audrey Azoulay, il Vicepresidente del Consiglio e Ministro degli Esteri Antonio Tajani e il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano chiuderanno la Conferenza oggi pomeriggio con l’adozione di una “Call of Action”, un documento programmatico contenente una lista di raccomandazioni e buone pratiche rivolta agli Stati membri dell’UNESCO per una più efficiente tutela del patrimonio, elaborato sulla base delle proposte degli esperti riuniti a Palazzo Reale.

La conferenza è fruibile online qui.

29 novembre 2023