Al via il 16 settembre l’iniziativa “World Cleanup Day”, patrocinata anche dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO

rifiuti

Il 16 settembre è un giorno di importanza globale: il mondo intero si prepara a partecipare al World Cleanup Day, l’azione civica più grande e coinvolgente del pianeta. Un’iniziativa che unisce persone di ogni angolo del globo nella lotta contro l’inquinamento ambientale, per dare il via a una serie di azioni di pulizia dai rifiuti coinvolgendo migliaia di volontari e associazioni.

In Italia le varie iniziative saranno coordinate dall’associazione di tutela ambientale “Let’s do it Italy”. ”Non lasciare che resti così” è il claim di questa edizione. L’iniziativa mira non solo a rimuovere i rifiuti, ma anche a sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema dell’inquinamento e a promuovere comportamenti più sostenibili. Ogni azione conta. Il contributo di ognuno è importante e può fare la differenza. Anche quest’anno il World Cleanup Day ha ricevuto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO-CNIU e dell’ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile.

Crescono il contributo del volontariato aziendale e la sensibilità delle imprese alla sostenibilità ambientale. Tra quelle che aderiscono al World Cleanup Day italiano figurano Decathlon, Leroy Merlin, Spontex, Poste Italiane, AWorld. L’appuntamento è sostenuto anche da partner internazionali quali UN-Habitat, Earth Day, Act4DSGs. Questa edizione è inoltre in collaborazione con la campagna #EUBeachCleanup.

Inoltre, la startup Vaia pianterà degli alberi a Passo Coe, a Folgaria, sulle Dolomiti. “Insieme, possiamo preservare la bellezza del nostro pianeta e garantire un futuro più pulito e sostenibile per le generazioni future. Dal 16 settembre al 1 ottobre, in tutta Italia, ci rimboccheremo le maniche per ripulire i nostri territori. Non lasciare che resti così. Sii parte del cambiamento. Partecipa anche tu”, ha dichiarato il presidente di Let’s do It! Italy, Vincenzo Capasso.

Fonte: Comunicato stampa Associazione “Let’s do it Italy”

12 settembre 2023