Aperte le candidature per la decima edizione del Premio UNESCO Jikji Memory of the World

Jikji

L’UNESCO ha pubblicato il bando per il Premio Jikji Memory of the World, istituito per commemorare l’iscrizione del Buljo jikji simche yojeol – il libro più antico del mondo stampato con caratteri mobili – nel Registro Internazionale della Memoria del Mondo.

Il Premio, che consiste nella somma di 30.000$, viene assegnato ogni due anni a individui o istituzioni che hanno contribuito in maniera significativa alla conservazione e all’accessibilità del patrimonio documentario in quanto patrimonio comune dell’umanità.

Le candidature possono essere inviate, attraverso la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO o le Organizzazioni Internazionali non governative intrattenenti partnership ufficiali con l’Organizzazione e la cui attività è legata alla tutela del patrimonio documentario, entro il 30 aprile 2024.

Il modulo di candidatura, compilato in inglese o in francese, deve mettere in risalto l’impatto che il contributo del candidato ha avuto per la tutela e l’accessibilità del patrimonio documentario attraverso attività pilota e realizzate, innovazione, leadership. Per informazioni dettagliate sul Premio, sulla candidatura e sui criteri di valutazione consigliamo un’attenta lettura delle Linee Guida.

Le candidature dovranno pervenire alla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO entro l’8 aprile 2024 per consentire la loro valutazione e l’eventuale inoltro a Parigi entro i termini previsti dal bando.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a segretariato.cniu@unesco.it

Immagine: UNESCO