Ecco il Rapporto UNESCO-UNICEF sull’importanza dell’educazione fin dalla prima infanzia

Screenshot_4-7-2024_11535_unesdoc.unesco.org

Il Global Report on Early Childhood Care and Education-ECCE  (Rapporto globale sulla cura e l’educazione della prima infanzia) è il primo di una serie biennale co-pubblicata dall’UNESCO e dall’UNICEF.

Il Rapporto sottolinea le sfide persistenti per il raggiungimento dell’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 4.2 e pone in evidenza gli impegni e i percorsi necessari per conseguire il risultato così come indicato nella Dichiarazione di Tashkent, adottata alla Conferenza Mondiale sull’ECCE nel 2022.

Nel fornire una tabella di marcia completa per affrontare le sfide dello studio e del benessere attraverso un ecosistema ECCE integrato, a sostegno dei bambini e delle famiglie a livello globale, il documento esamina e riflette sugli sviluppi dell’apprendimento dei bambini, evidenziando  come gli attori chiave dei primi ambienti di vita dei  piccoli – genitori, famiglie, educatori e comunità in generale – possono essere il tramite, attraverso politiche pubbliche e programmi sociali, per migliorarne istruzione e benessere.

Sottolineando che la trasformazione dell’istruzione deve proprio iniziare dai bambini più piccoli, il rapporto rileva come  i progressi verso una cura e un’educazione della prima infanzia universale e di qualità entro il 2030 siano ancora molto timidi. Molte le lacune da colmare, soprattutto per quanto riguarda l’accesso, la qualità e l’equità nella cura e nell’educazione.

Immagine: UNESCO