Il 10 febbraio 2023 arriverà a Roma l’Albero della Legalità

 

 

Il giudice Giovanni Falcone, importante simbolo per tutti, soprattutto per i giovani, rappresenta forse il magistrato più conosciuto in Italia e nel mondo.

 

L’Arma dei Carabinieri, fedele ai propri compiti istituzionali anche in materia di educazione ambientale, ha collegato la figura forte e simbolica di Giovanni Falcone a una pianta simbolo di vita. La pianta è il ficus macrophillacolumnarismagnoleides, posto di fronte alla casa del magistrato a Palermo e sotto il quale ancora oggi si riuniscono i cittadini per protestare contro la violenza della mafia.

 

La sensibilità al duplice aspetto della legalità e della protezione dell’ambiente ha dato origine  al Progetto “Un albero per il futuro”, una iniziativa del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica in sinergia con i militari dei Centri Nazionali di Biodiversità, che ha reso possibile la duplicazione e la riproduzione di 4.000 esemplari del Ficus macrophillacolumnarismagnoleides, denominati Alberi della Legalità.

 

Le piantine sono state collocate nell’aula bunker dell’Ucciardone (il carcere di Palermo) per poi essere donate a scuole ed enti deputati alla cultura e all’arte con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani su temi di impegno sociale e sull’importanza della salvaguardia ambientale e della lotta contro i crimini ambientali.

 

Il 13 febbraio 2023, grazie alla collaborazione tra l’Italia Green Film Festival, il Rotary Distretto 2080, il Corpo Carabinieri dello Stato e della Polizia Locale Roma Capitale, l’Albero della Legalità giungerà al Teatro dell’Opera di Roma. La donazione avverrà in occasione di una cerimonia cui assisteranno diverse scuole della città.

 

 

6 febbraio 2023