Il 24 gennaio 2024 si celebra la sesta Giornata Internazionale dell’Educazione. Focus su “L’apprendimento per una pace duratura”

educationy-day-2024.jpg

L’UNESCO dedica la Giornata Internazionale dell’Educazione di quest’anno al ruolo cruciale che l’istruzione e gli insegnanti svolgono nel contrastare l’incitamento all’odio, fenomeno cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni con la diffusione dei social media, danneggiando il tessuto delle nostre società.

L’istruzione, sostiene l’UNESCO, offre molteplici opportunità per affrontare le cause profonde dell’incitamento all’odio e per sensibilizzare gli studenti di tutte le età sulle sue forme e conseguenze online e offline. Ciò implica che gli studenti siano dotati delle competenze necessarie per riconoscere e rispondere all’odio e all’ingiustizia, siano preparati a rispettare il valore della diversità e dei diritti umani e indirizzati a riconoscere la differenza tra incitamento all’odio e libertà di espressione.

Nel 2023 l’UNESCO ha pubblicato la guida “Affrontare l’incitamento all’odio attraverso l’educazione” per aiutare i decisori a rafforzare le loro politiche pubbliche in questo ambito. L’Organizzazione sta inoltre intensificando i propri sforzi per promuovere linee guida antirazziste e affrontare il razzismo nei libri di testo, nonché un’iniziativa globale per combattere l’antisemitismo nell’istruzione e attraverso l’istruzione.

Con questo obiettivo la Conferenza Generale dell’UNESCO ha recentemente rivisto la sua Raccomandazione sull’Educazione alla Pace, ai Diritti Umani e allo Sviluppo Sostenibile, unico strumento di definizione di standard globali che illustra come l’istruzione possa portare una pace duratura e promuovere lo sviluppo umano. Questo strumento plasmerà i sistemi e le politiche educative nei prossimi decenni, dalle leggi e dalle politiche allo sviluppo dei programmi di studio, alle pratiche di insegnamento, agli ambienti di apprendimento e alle valutazioni.

Il 24 gennaio l’UNESCO organizzerà una formazione online per migliaia di insegnanti di tutto il mondo sulla decostruzione dell’incitamento all’odio, che fornirà loro gli strumenti per individuare, affrontare e prevenire meglio questi episodi.

Lo stesso giorno, presso la sede delle Nazioni Unite a New York, l’UNESCO riunirà ministri, leader dell’istruzione ed educatori di tutto il mondo per discutere il ruolo centrale dell’istruzione nel raggiungimento di una pace globale sostenibile.

 

A breve pubblicheremo a parte gli eventi organizzati in Italia.

 

Immagine: UNESCO