Il Consiglio Internazionale per i Monumenti e i Siti (ICOMOS) dà parere favorevole all’iscrizione della Via Appia nella Lista del Patrimonio Mondiale

foto bernabè via appia

L’ICOMOS (Consiglio Internazionale per i Monumenti e i Siti), organo tecnico consultivo dell’UNESCO, ha dato ieri parere favorevole all’iscrizione de La Via Appia. Regina Viarum nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. La raccomandazione verrà sottoposta all’approvazione del Comitato del Patrimonio Mondiale, in  programma a New Delhi dal 21 al 31 luglio 2024.

“Si tratta di un riconoscimento di eccezionale valore per l’Italia, per la nostra storia e per le comunità che vivono lungo l’antico tracciato della Via Appia. La candidatura è stata promossa dal Ministero della Cultura (MiC) con il coinvolgimento di quattro Regioni – Lazio, Campania, Puglia e Basilicata  – 13 tra città metropolitane e province, 73 Comuni e 14 enti parco su cui insiste l’antica strada consolare romana e dove sono ancora presenti sue vestigia. A questi enti s’è aggiunto il prezioso contributo della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra”, ha dichiarato il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano.

 

 

Fonte: Comunicato Stampa MiC

Immagine: Franco Bernabè