Il Premio Mondiale UNESCO/Guillermo Cano per la Libertà di Stampa 2024 assegnato ai giornalisti palestinesi sul campo a Gaza

000_33ZN2NE (1).jpg

A margine della Conferenza per la Libertà di Stampa nel Mondo, in svolgimento a Santiago del Cile, sono stati ieri insigniti del Premio UNESCO/Guillermo Cano per la Libertà di Stampa 2024 i giornalisti palestinesi a Gaza. Il Premio è stato assegnato da una giuria internazionale di professionisti dei media.

Il conflitto in corso a Gaza sta provocando gravissime conseguenze per i giornalisti. Dal 7 Ottobre 2023, l’UNESCO ha condannato la morte di 26 giornalisti e operatori dei media, mentre svolgevano il loro lavoro.

“Ogni anno, il Premio UNESCO/Guillermo Cano rende omaggio al coraggio dei giornalisti che affrontano circostanze pericolose e difficili. Anche quest’anno, il Premio ci ricorda l’importanza dell’azione collettiva per garantire che i giornalisti in tutto il mondo possano continuare a svolgere il loro fondamentale lavoro di informazione e investigazione”, ha dichiarato Audrey Azoulay, Direttrice Generale dell’UNESCO.

“In questi tempi difficili e disperati, desideriamo condividere un forte messaggio di solidarietà e riconoscenza ai giornalisti palestinesi che si occupano della crisi in circostanze così drammatiche. Come esseri umani, abbiamo un enorme debito nei confronti del loro coraggio e del loro impegno per la libertà di espressione”, ha affermato Mauricio Weibel, Presidente della Giuria internazionale.

 

 

 

 

 

 

 

Immagine: AFP Photo – sito UNESCO