Interventi del Presidente della CNIU Franco Bernabè agli eventi internazionali organizzati da Bergamo e Biella Creative Cities dell’UNESCO

 

Il presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO Franco Bernabè ha partecipato a due importanti eventi, il Summit Internazionale delle Città Creative 2023 intitolato “Nutrire l’innovazione attraverso la creatività”, organizzato da Bergamo, e il Forum delle Creative Cities dell’UNESCO “Valore e cultura dell’acqua e dell’ambiente”  dedicato alla creatività sostenibile e ai temi della fragilità ambientale e urbana, organizzato da Biella.

Nel suo intervento a Bergamo Bernabè ha ricordato che le città sono il terreno più fertile per lo sviluppo di nuove strategie, politiche e iniziative orientate a fare della cultura e della creatività la forza principale per lo sviluppo sostenibile e la rigenerazione urbana. Per questo le città devono convertire le loro attività creative specifiche in incubatori di innovazione. Bergamo è Città Creativa per la Gastronomia, il cui ruolo nella promozione della diversità culturale è stato riconosciuto dalle Nazioni Unite, che nel 2016 hanno istituito il 18 giugno come Giornata internazionale della Gastronomia Sostenibile. L’Italia, al centro del Mediterraneo e luogo privilegiato di scambi culturali, con la sua cucina testimonia il risultato degli scambi interculturali e delle reciproche influenze tra le popolazioni nel corso dei secoli.

Nel video messaggio con cui ha partecipato all’evento di Biella Bernabè, dopo aver ricordato l’importanza dell’acqua come elemento essenziale delle forme viventi, risorsa insostituibile e modellatrice del paesaggio terrestre, oltre che fonte di energia, ha evidenziato il ruolo primario dell’acqua per lo sviluppo sostenibile, in particolare per gli obiettivi legati alla lotta alla povertà e alla fame e al miglioramento della salute.

La sfida intorno all’acqua riguarda anche tematiche come l’emergenza ambientale, la crisi climatica, la difesa del paesaggio, il contrasto al dissesto idrogeologico, ma anche tematiche sociali come il consumo consapevole e sostenibile e nuovi stili di vita che tengano conto della scarsità di acqua nel mondo.

Biella, Città Creativa dell’UNESCO per l’Artigianato e l’Arte Popolare, è sicuramente il luogo ideale per parlare dell’acqua e del suo futuro, tenuto conto della sua posizione ai piedi delle Alpi e vicino a formidabili corsi d’acqua, che hanno consentito alla città e al suo territorio di dedicarsi all’allevamento ovino e alla produzione di filati e tessuti pregiati divenuti famosi e apprezzati in tutto il mondo.

Bernabè ha voluto ricordare che l’UNESCO è fortemente impegnata nella tutela dell’acqua, soprattutto attraverso la sua Commissione Oceanografica Intergovernativa, che promuove la cooperazione internazionale per migliorare la gestione degli oceani, delle coste e delle risorse marine, e il World Water Assessment Program, con sede a Perugia e finanziato dall’Italia, che produce ogni anno un rapporto globale sullo stato, utilizzo e gestione delle risorse idriche mondiali.

 

 

 

24 ottobre 2023