L’UNESCO in azione per l’Uguaglianza di Genere

gender

In una fase di crisi globale come la presente, in cui nuovi conflitti ed emergenze destabilizzano il progresso verso società giuste e pacifiche, il raggiungimento dell’uguaglianza di genere, una delle priorità globali dell’UNESCO, è ancora più a rischio.

Dati affidabili e accurati sono essenziali per guidare l’azione pubblica in questo ambito. Per questo l’UNESCO, durante la sua 42esima Conferenza Generale, presenta il Report  2022-2023 sulle azioni intraprese per promuovere l’uguaglianza di genere in tutti i settori  di sua competenza.

Il report mostra, per esempio, come i 2/3 dei 763 milioni di adulti analfabeti siano donne. Su 122 milioni di bambine e ragazze, una su cinque non va a scuola. Anche negli ambiti della cultura e delle scienze persiste il gender gap: solo il 33% dei premi cinematografici è assegnato a donne e solo 1/3 delle donne è laureato nelle discipline STEM (Science Technology Engineering and Mathematics) a livello mondiale.

Durante il biennio 2022-2023 l’UNESCO e i suoi partner hanno fornito soluzioni concrete ed effettive per far avanzare l’uguaglianza di genere. Solo l’anno scorso l’Agenzia delle Nazioni Unite ha coadiuvato più di 30 Paesi a rivedere la loro legislazione e le loro strategie sull’uguaglianza di genere nell’educazione.

Secondo le previsioni, di questo passo ci vorranno ancora 300 anni per chiudere il gap di genere. C’è bisogno di azione, ora!

9 novembre 2023