Premio L’Oréal Italia UNESCO per le Donne e la Scienza: è possibile candidarsi entro il 12 febbraio 2024

Acquisisci schermata Web_20-12-2023_1080_www.loreal.com

La borsa di studio diventa un Premio per coinvolgere un numero più ampio di ricercatrici e consentire alle candidate di concorrere anche ad altre Borse di studio

L’Oréal Italia ha appena annunciato l’apertura della ventiduesima edizione del Premio Young Talents Italia – L’Oréal Italia UNESCO per le Donne e la Scienza. Le ricercatrici interessate potranno presentare la candidatura attraverso questo  sito, entro e non oltre il 12 febbraio 2024. Il bando, la cui scadenza era inizialmente fissata per il 5 febbraio,  è stato prorogato  di una settimana.

Il programma, promosso in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, nei suoi ventidue anni di storia ha premiato 112 ricercatrici, supportando i loro progetti di ricerca e i loro studi nel nostro Paese.

Il Premio diventa più ampio e si apre a tutte le ricercatrici

Per coinvolgere un numero più ampio di ricercatrici e per avere una maggiore compatibilità con altre Borse di studio di cui le candidate possono risultare vincitrici, da quest’anno la borsa di studio diventa un Premio. Un’apertura che vuole dare ancora una volta un segnale forte: un supporto concreto per giovani ricercatrici che potranno, grazie al Premio, portare avanti la propria attività di ricerca e il proprio progetto di studio.

Verranno quindi assegnati sei Premi del valore di € 20.000 ciascuno, nei campi delle Scienze della Vita, Scienze Ambientali, Matematica, Fisica, Chimica, Ingegneria e Tecnologie. Ad esaminare i progetti candidati sarà la commissione giudicatrice del Premio, composta da un panel di nove professori universitari ed esperti scientifici italiani, tra i quali la Presidente Prof.ssa Lucia Votano, Dirigente di Ricerca emerita presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Emmanuel Goulin, Presidente e AD di L’Oréal Italia commenta così“Il Premio L’Oréal-UNESCO “Per le Donne e la Scienza” arriva quest’anno alla sua ventiduesima edizione, confermandosi così una delle iniziative del Gruppo più consolidate in Italia. Essere stati tra i primi Paesi a lanciare un’edizione nazionale di questo programma a favore delle donne ricercatrici è per noi motivo di vero orgoglio. Ad oggi, abbiamo premiato ben 112 meritevoli scienziate italiane e siamo onorati di poter contribuire con il nostro Premio a colmare il divario di genere purtroppo ancora presente nelle discipline scientifiche. Aspettiamo con impazienza di ricevere anche quest’anno le candidature delle menti brillanti che contribuiranno a plasmare il futuro del progresso scientifico.”

Di seguito i membri della giuria:

• Enrico Alleva, Centro di Riferimento per le Scienze comportamentali e la Salute mentale SCIC, Istituto Superiore di Sanità. Socio Corrispondente dell’Accademia Nazionale dei Lincei;

• Mauro Anselmino, già Professore di Fisica Teorica, Università degli Studi di Torino, e Socio Nazionale dell’Accademia delle Scienze di Torino;

• Anna Loy, Professore ordinario di Zoologia presso il Dipartimento di Bioscienze e Territorio dell’Università del Molise;

• Giulia Casorati, Head of Experimental Immunology Unit, Istituto Scientifico San Raffaele, Milano;

• Maria Benedetta Donati, Capo del Neuromed Biobanking Centre, Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione, IRCCS NEUROMED di Pozzilli-IS;

• Salvatore Magazù, Professore ordinario di Fisica sperimentale presso il Dipartimento di Scienze Matematiche e Informatiche, Scienze Fisiche e Scienze della Terra (MIFT) dell’Università di Messina;

• Maria Rescigno, Professore ordinario di Patologia Generale e Pro Rettore Vicario con delega alla ricerca presso Humanitas University. Group Leader Unità di Immunologia delle mucose e Microbiota – IRCCS Istituto Clinico Humanitas;

• Luisa Mannina, Professore ordinario di Chimica degli Alimenti, Dipartimento di Chimica e Tecnologie del Farmaco, Sapienza Università di Roma.

 

 

Fonte: Comunicato stampa L’Oréal

Immagine: sito L’Oréal

Agg.to 31 gennaio 2024