Il patrimonio mondiale – Un contributo unico per la conservazione della biodiversità

La  Convenzione UNESCO sul Patrimonio Mondiale è un unicum tra gli accordi internazionali, poiché riguarda sia il patrimonio naturale che quello culturale. Conferendo uno dei livelli più alti di protezione riconosciuto da 195 Paesi, garantisce un impegno autenticamente globale per la salvaguardia di luoghi eccezionali.

I siti UNESCO del Patrimonio naturale Mondiale sono cruciali per la conservazione dell’integrità e della biodiversità dell’ecosistema. Mentre rappresentano meno del 1% della superficie terrestre, essi accolgono più di 1/5 della ricchezza delle specie globali mappate. Questa ricchezza include più di 75.000 specie di piante e oltre 30.000 specie di mammiferi, uccelli, pesci, rettili e anfibi. In particolare i siti del Patrimonio Culturale Mondiale possono essere importanti alleati nella conservazione della biodiversità, visto che circa il 20% di essi si trova in Aree Chiave per la Biodiversità.

I siti del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO rappresentano anche un rifugio sicuro per alcune delle specie più minacciate sulla terra. Si stima che essi proteggano oltre 20.000 specie minacciate a livello globale e che siano la casa di alcuni degli ultimi individui di molte specie emblematiche. Oggi possono essere trovati in questi siti fino ad 1/3 dei rimanenti elefanti, tigri e panda e almeno una su dieci di grandi scimmie, giraffe, leoni e rinoceronti.

Tuttavia anche questi siti altamente protetti sono minacciati dal cambiamento climatico globale e dalle pressioni umane, compresa l’espansione dell’agricoltura, lo sviluppo delle infrastrutture, il bracconaggio, lo sfruttamento eccessivo delle risorse e la proliferazione di specie invasive. Ogni grado centigrado di aumento della temperatura può raddoppiare il numero delle specie esposte a condizioni climatiche rischiose.

Assicurare una efficace e duratura protezione dei siti del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e del paesaggio circostante è cruciale per massimizzare il loro valore come soluzione per contrastare l’attuale crisi climatica e della biodiversità. Un modo per raggiungere questo obiettivo è il sostegno ai Paesi per integrare il Patrimonio Mondiale nelle loro Strategie e Piani d’Azione Nazionali per la Biodiversità, che sono il fattore chiave per l’implementazione del Quadro Globale sulla Biodiversità di Kunming-Montreal.

(Traduzione in italiano di “World Heritage: A unique contribution to biodiversity conservation – Short Summary” a cura della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO)

28 settembre 2023